Calcio Prima Categoria

Il punto dopo l’ottava giornata in Prima Categoria

Nella foto la formazione dell'Argentario 2015/2016

ALBERESE, PROVA EROICA La copertina di giornata la merita senza dubbio l’Alberese, con il team del Parco che diventa la prima squadra a interrompere la striscia vincente del San Quirico in campionato. Un pareggio per 0 a 0 che dimostra la solidità difensiva dei bianconeri e che assume ancora più valore visti i grossi problemi di formazione che mister Romagnoli ha dovuto fronteggiare per questa trasferta, attingendo a piene mani dalla formazione juniores. Un punto che, alla fine, ha quasi il gusto di una vittoria.

FONTEBLANDA INCEPPATO, IL PODIO E’ (AL MOMENTO) SENESE L’Alberese riapre quindi il campionato, permettendo a Quercegrossa e Chiantigiana, entrambe vittoriose, di accorciare il gap dalla capolista, ma di questo assist non approfitta il Fonteblanda, fermato sul pareggio (a dir poco rocambolesco) dal Caldana. Non è tanto il pari a stupire, in quanto il Caldana ha costruito buona parte delle sue due salvezze in Prima Categoria tra le mura amiche, quanto il 4 a 4 finale con gli ospiti in vantaggio per 0 a 2 e poi costretti ad acciuffare il pari nel recupero con l’eterno Magnani. Per cercare di rientrare nel giro che conta è necessario ritrovare compattrzza difensiva, perchè segnare sette gol in due trasferte (Chiantigiana e Caldana) e ottenere solo due punti appare quai delittuoso. Va a gonfie vele invece il Quercegrossa, ora a due punti dal San Quirico, con un Arrichiello strepitoso dal punto di vista realizzativo e autentico trascinatore del team di Raveggi, mentre la Chiantigiana, dopo un paio di passaggi a vuoto, torna al bottino pieno contro il Castell’Azzara grazie all’uno-due firmato Inciocchi-Pistella.

TANTE SQUADRE RACCHIUSE IN POCHI PUNTI Nel resto della comitiva prevale il grande equilibrio con undici squadre (dalla Neania e Castiglionese a 11 al Caldana a 6) racchiuse nello spazio di cinque punti. Il Casteldelpiano fallisce una grande occasione contro lo Staggia, con Guscelli che rimedia il pareggio nelle battute finali, mentre il team di Valleriani ottiene un fondamentale successo contro il Barberino: rossoblù in controllo per quasi tutto il primo tempo, e che comunque difendono il vantaggio prima in dieci, e poi addirittura in nove (nel finale). Anche l’Argentario non fallisce l’appuntamento con i tre punti, risolvendo a proprio favore la gara del Maracanà contro il Mazzola grazie al gol di Sclano e al gioiello di Pennisi. Il Castell’Azzara, invece, si deve arrendere alla voglia di rivincita della Chiantigiana.

MONTEROTONDO, DERBY E SOGNI PLAYOFF Nel girone D si fa sempre più interessante la risalita del Monterotondo, che supera per 2 a 1 il Castelnuovo Val di Cecina nel sentito derby e si issa per la prima volta in stagione al quinto posto in classifica, dopo un ultimo mese ai limiti della perfezione. Mister Cavaglioni, dopo un inizio difficile dovuto un po’ al calendario e un po’ alla necessità di assemblare la nuova squadra, ha trovato velocemente la quadratura del cerchio e ora si fa più concreta la possibilità di migliorare la già ottima stagione passata.

Davide Sbrolli

Pubblicista, responsabile della Prima Categoria. Ha lavorato anche per il Corriere di Maremma.

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • La chiantigiana si muovendo gia nel mercato per tagliare qualche giocatore e rinforzare la rosa,si parla di una maxi offerta per un giocatore del gracciano……….in cerca anche delle quote per fare il salto di qualita’















Loading…















%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: