Calcio Prima Categoria

Il punto dopo la seconda giornata in Prima Categoria: Montalcino e Massa Valpiana sugli scudi

Nella foto Khouribeck, attaccante del Massa Valpiana. In gol nelle prime due giornate di campionato

MONTALCINO, E’ GIA’ FUGA? Solo 180 minuti sono trascorsi in Prima Categoria, ma già sono bastati per avere la prima capolista solitaria: si tratta del Montalcino e la portata dei due successi potrebbe già essere significativa per “leggere” la stagione. Un 4 a 1 contro la Castiglionese (che in Coppa e nella successiva gara di campionato ha dimostrato di essere un avversario di livello) maturato in un tempo e basta, poi il 3 a 1 in casa dell’Aurora, avversaria dei playoff nella passata stagione. Due vittorie rotonde, soffrendo solo un po’ tra il rigore sbagliato e il pareggio dei gialloblù, che testimoniano la bontà dell’organico a disposizione di Maestrini: che il girone F abbia già trovato il proprio padrone?

ALBERESE E AURORA ANCORA AL PALO Tra le altre formazioni, le uniche due che ancora non hanno mosso la classifica sono Alberese e Aurora Pitigliano, un po’ una sorpresa viste le aspettative che il versante grossetano aveva sulle due formazioni. Ma le attenuanti ci sono, e tante: i bianconeri hanno visto svanire all’ultimo secondo, su rigore, il pareggio contro il Manciano; in più non hanno mai potuto contare (e rimane l’incognita che potranno farlo in futuro) sull’acquisto principale del mercato estivo, ovvero Lopez, ex Grosseto, che aveva impressionato tutti tra finale di stagione scorso e torneo Passalacqua. Per il Pitigliano un brusco risveglio dopo l’ottimo campionato scorso, ma trovare in questo momento il Montalcino è un muro insormontabile per tutti: l’averlo comunque messo in difficoltà può essere di buon auspicio per il resto del campionato, anche se, al momento, complici anche le squalifiche in essere dai passati playoff, la rosa sembra abbastanza ristretta. Nessun processo comunque, due giornate sono anocra troppo poche per espirimere un giudizio definitivo, soprattutto in un campionato da sempre equilibrato come la Prima Categoria.

CASTIGLIONESE E ARGENTARIO OK, BUONI PAREGGI PER SCARLINO E CASTELL’AZZARA Nel complesso, comunque, si tratta di un buona giornata per le squadre grossetane. La Castiglionese replica anche in campionato ciò di positivo fatto vedere in Coppa battendo l’Amiata con il binomio offensivo Cristian Vento-Ottobrino, due giocatori che, se sentono la fiducia dell’ambiente e della piazza, possono regalare molte soddisfazioni. Interrompe la striscia negativa l’Argentario che, con carattere e con il supporto del Maracanà, ottiene tre punti pesanti contro l’Ambra: decisivo l’acuto di Alocci. Scarlino e Castell’Azzara tornano dalle trasferte contro Mazzola Valdarbia e Gracciano con un ottimo pareggio, con i ragazzi di Fortunati che hanno cullato anche per qualche minuto la possibilità di dividere la testa della classifica con il Montalcino.

MASSA VALPIANA, CHE COLPO A CASOLE D’ELSA! Le analogie con la cavalcata del Monterotondo, seppur siano passate solo due giornate, crescono sempre di più, a maggior ragione contando che tanti elementi della rosa del Massa Valpiana hanno vestito il rossoverde in passato, primo fra tutti il tecnico Cavaglioni e i due goleador della felice trasferta di Casole d’Elsa, ovvero Khouribek e Duranti (peraltro entrambi già a segno anche nella prima giornata). Due partite, due vittorie e primato in condivisione con Montelupo e Venturina per il Massa Valpiana, che è riuscita anche a sopperire anche all’infortunio dell’altra punta di diamante Monterisi. Qualcuno farà forse gli scongiuri, ma la forza e il peso specifico della squadra nell’ambito del girone D cresce sempre di più.

Davide Sbrolli

Pubblicista, responsabile della Prima Categoria. Ha lavorato anche per il Corriere di Maremma.

Aggiungi commento

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *