Calcio Prima Categoria

Il punto dopo la decima di campionato in Prima Categoria

Nella foto la formazione dell'Argentario 2015/2016

RICOMPATTAMENTO IN VETTA Dopo dieci giornate di campionato, con il primo spicchio consistente di stagione che se ne è andato, la situazione in testa è ancora tutta da decifrare, con tre squadre nello spazio di due punti. Il San Quirico è sempre leader, ma vede ora la Chiantigiana minacciosa a un punto dopo il gol di Inciocchi in quel di Staggia. I giallorossi, invece, hanno sbattuto sulla difesa del Fonteblanda, tornata impermeabile dopo qualche passaggio a vuoto lontano dalle mura amiche: uno 0 a 0 che dà fiducia ai neroverdi, ma che li tiene a cinque punti dalla vetta. Scivola al terzo posto il Quercegrossa, dottor Jekill e mister Hyde con la Castiglionese: i ragazzi di Valleriani sfoderano infatti un primo tempo di altissimo livello, chiuso sul doppio vantaggio, per poi essere ripresi da Nesi e Giacomini e rischiare anche il sorpasso, evitato solo da due interventi decisivi di Speroni.

ARGENTARIO A VALANGA, NEANIA E CASTELL’AZZARA BLITZ VINCENTI Buonissime notizie dalle formazioni maremmane che si trovano a ridosso della zona playoff: uno strepitoso Argentario annichilisce l’Alberese, con un 4 a 0 che dà poco spazio ai commenti. Preoccupa il momento del team del Parco, smarritosi dopo l’ottimo pareggio conquistato a San Quirico due settimane fa, con la classifica che inizia a preoccupare. I santostefanesi, invece, sorridono per la buona posizione: notoriamente l’inizio di stagione è sempre difficoltoso per i motivi di lavoro che bloccano la loro preparazione, ma questa annata, al netto di cali di concentrazione, promette di essere portatrice di soddisfazioni. Anche sull’Amiata tira una buona aria, con le vittorie esterne di misura di Neania e Castell’Azzara, le due matricole che si sono ambientate in tempi rapidissimi: Goanta e compagni vìolano il campo del Valdarbia con il sigillo di Fazzi, talento offensivo bloccato in questi anni dai molti infortuni ma che ora sta dando un contributo importante, mentre il Castell’Azzara sfrutta la seconda rete in campionato del baby Magini (ragazzo molto interessante) per inguaiare ancor di più il Caldana.

MONTEROTONDO, PAREGGIO E RIMPIANTI Torna a muovere la classifica il Monterotondo nel girone D, che pareggia 1 a 1 con il san Frediano, seconda forza del campionato, ma, a fronte di una ottima prestazione, è maggiore il rammarico per alcuni episodi che non hanno permesso di cogliere l’intera posta in palio: un rigore non concesso nelle battute iniziali, quello sbagliato alla mezz’ora da Romeo, ma, soprattutto, il gol del possibile 2 a 1 annullato a Perciavalle nei minuti finali. Un vero peccato, ma i playoff rimangono ampiamente alla portata della truppa di Cavaglioni.

Davide Sbrolli

Pubblicista, responsabile della Prima Categoria. Ha lavorato anche per il Corriere di Maremma.

Aggiungi commento

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





































Loading…