Calcio Prima Categoria

Il punto dopo la 6ª giornata in Prima Categoria

nella foto di Fiorenzo Linicchi, il centrocampista del Ponte d'Arbia Diokh (qui in maglia Asta) match-winner contro la Castiglionese

SAN QUIRICO, PRIMA FUGA DELLA STAGIONE; FONTEBLANDA VICINO ALL’IMPRESA Non si arresta la corsa a tutta velocità del San Quirico: il team di Marchi infila la sesta vittoria consecutiva contro l’ostico Valentino Mazzola e crea il primo strappo importante della stagione nei confronti del resto della compagnia. Questo accade anche per merito del Fonteblanda, che, a Gaiole in Chianti, impaurisce e non poco la Chiantigiana (distante ora quattro punti dal primo posto), per poi subire però nel finale il gol che vale il pareggio per Violetta e compagni. I neroverdi dimostrano così, come anche a inizio stagione era ipotizzato, di essere candidati seri alle prime posizioni, anche se forse questa consapevolezza si mischia alla delusione di non aver portato a casa l’intera posta in palio. A -4 troviamo un’altra formazione senese, il Quercegrossa, squadra da prendere con le molle per tutti: il team di Raveggi ha infatti sbancato per 2 a 0 il Campogrande della fin qui imbattuta Neania Casteldelpiano.

LE GROSSETANE CHE RIDONO… Detto del Fonteblanda, le altra grossetane hanno vissuto partite dagli umori diametralmente opposti, con Alberese, Castell’Azzara, Monterotondo e Argentario che escono rafforzate da questa giornata. Il team del Parco espugna il campo del Caldana inguaiando i locali e lasciandosi definitivamente alle spalle i problemi in zona gol, con le prime realizzazioni di Vento e Ottobrino. Primo successo in campionato al pari del Castell’Azzara che, finalmente, centra i tre punti dopo una serie di buone prestazioni. In realtà gli amiatini prima passeggiano sul campo dell’ultima della classe Staggia, per poi tirare i remi in barca e rischiare addirittura di dilapidare il vantaggio di tre gol. Vittoria preziosissima anche per l’Argentario, nel posticipo a Montalcino, con Castriconi che mette un freno alla serie di risultati negativi dell’ultimo periodo. Tre punti d’oro, su un campo difficile, che fanno rifiatare i santostefanesi. Nel girone D il Monterotondo si porta verso zone di classifica più tranquille dopo il 2 a 0 contro il fanalino di coda Red Devils, risultato maturato nel finale con l’uno-due di Romeo e Paoletti. I problemi di inizio stagione sembrano essere ormai archiviati.

…E QUELLE CHE PIANGONO La sconfitta forse più inaspettata della giornata è quella della Castiglionese, battuta al Valdrighi dal Ponte d’Arbia, che finora aveva collezionato un solo punto e per di più scendeva in Maremma con tre squalificati. I senesi sono un po’ la bestia nera dei rossoblù, visto che anche l’anno scorso in trasferta avevano dato un dispiacere all’allora squadra di Tosini. Un vero peccato, perchè la classifica poteva assumere toni davvero interessanti. Il Caldana esce sconfitto nel “derby” con l’Alberese e scivola indietro in classifica, mentre la Neania subisce il primo ko per mano del Quercegrossa: a preoccupare i giallorossi è soprattutto la difficoltà ad andare in gol con regolarità, a differenza della trionfale annata in Seconda Categoria.

Davide Sbrolli

Pubblicista, responsabile della Prima Categoria. Ha lavorato anche per il Corriere di Maremma.

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Si preannuncia una mezza rivoluzione a montalcino se i risultati resteranno questi,a farne le spese potrebbe essere il Ds Bini e Mister Magneschi che per ora hanno deluso le aspettative

  • Situazioni panchine: rischiamo molto l’allenatore del montalcino,la societa’ biancoverde non e’ contenta degli scarsi risultati ottenuti,rischiamo molto anche l’allenatore del caldana,chiamato fin da domenica a cambiare passo. Salva sembra la panchina del ponte d’arbia dopo la vittoria di castiglione,in bilico mister bonifacio. Anche baffetti del castellazzara potrebbe rischiare qualcosa.















Loading…















%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: