Calcio Prima Categoria

Il punto dopo la 5° giornata in Prima Categoria: Fonteblanda in ascesa

SAN QUIRICO CAPOLISTA SOLITARIA Il San Quirico fa 5 su 5 e prende la vetta solitaria del campionato. Una gara nervosa e ricca di cartellini quella di Ponte d’Arbia, con i locali che hanno chiuso addirittura in otto dopo il rigore decisivo trasformato da Guidotti. Comunque il team di Marchi è l’unico a punteggio pieno, visto che la Chiantigiana rischia grosso a Quercegrossa, dove va in gol il solito Nesi, ma riesce a rimendiare un punto nel finale con il centro di De Gennaro. Dopo il primo mese abbondante di campionato, il bilancio dice che le tre formazioni senesi sembrano le più attrezzate. Anche se rimane il quarto incomodo..

FONTEBLANDA SUL VELLUTO, BARBERINO ALL’ULTIMO SECONDO E il quarto incomodo è il Fonteblanda, staccato al momento dalle altre solo per il ko interno contro la Neania. Ma i neroverdi sono squadra costruita per fare bene, benissimo e ciò è dimostrato dalla gara comn il Valdarbia. I neroverdi, pur in formazione rimaneggiata, hanno risolto la pratica Valdarbia nella prima mezz’ora, dando dimostrazione di forza e superiorità. L’unica altra vittoria di giornata è quella del Barberino che, corona al 92′ con Sbaragli la rimonta sul Caldana che si era portato in vantaggio nelle battute iniziali con il riogre di Masiello. Primo successo per i fiorentini, che si allontanano dalla zona calda.

TUTTI PAREGGI NELLE ALTRE GARE Tutti pareggi nelle rimanenti sfide, compresi i due incroci tra grossetane. La Castiglionese culla sogni da grande con il vantaggio di Caldelli, ma l’Alberese impatta con il primo gol in campionato firmato Iacobcci: il team del Parco ottiene così il quarto pareggio su cinque gare. A reti bianche Zara-Neania, con i giallorossi che mantengono l’imbattibilità, mentre per il team di Baffetti proseguno i problemi in zona gol; 0 a 0 anche tra Valentino Mazzola e Montalcino, mentre l’Argentario rischia la figuraccia interna contro il fanalino di coda Staggia. I senesi trovano il gol su una delle rare sortite offensive, i santostefanesi invece tra imprecisione e sfortuna riescono a evitare il ko solo nei minuti di recupero con Sclano. Urge subito trovare un rimedio per non dover affrontare un’annata travagliata come quella passata.

Davide Sbrolli

Pubblicista, responsabile della Prima Categoria. Ha lavorato anche per il Corriere di Maremma.

Aggiungi commento

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *





































Loading…