Calcio Prima Categoria

Il punto dopo la 24° giornata in Prima Categoria: gran momento per l’Alberese

Nella foto Ciavattini in azione difensiva (di F.Linicchi Maremmapress.it)

AURORA E MONTEROTONDO, UN’ALTRA DOMENICA POSITIVA Ormai può partire il conto alla rovescia della stagione di Prima Categoria, con sei giornate al termine della stagione regolare, e Aurora Pitigliano e Monterotondo fanno un altro significativo passo verso il traguardo finale. Il Pitigliano, con un gol nei minuti finali del difensore Micci vendica la sconfitta dell’andata contro il Quercegrossa e, complice il ko allo scadere del Gracciano a Castiglion della Pescaia, allunga a quattro punti il vantaggio sulla prima antagonista, che torna a essere il San Quirico. Un vantaggio importante, anche in vista dello scontro diretto tra due settimane, che teoricamente consegnerebbbe il titolo alla truppa di Galli ottenendo 15 punti da qui alla fine del campionato. Nel girone D il Monterotondo coglie un pari in rimonta sul campo del Montelupo, con Athos Ferretti (giunto al 20° gol in campionato), rischiando anche di vincere con l’attaccante che coglie un palo nelle battute finali. Ma le contemporanee sconfitte di Castiglioncello e Colli Marittimi permettono ai rossoverdi di portare a tre i punti di vantaggio sul Castiglioncello. Insomma, ormai è inutile nascondersi: la prospettiva di una doppietta grossetana prende sempre più corpo.

IL GRAN MOMENTO DELL’ALBERESE Il campionato però non è solo concentrato sulla testa della classifica, ma, complice anche la classifica cortissima, è tutto aperto per la lotta salvezza e la lotta playoff. Partiamo da un dato importante: al momento la quinta posizione non permetterebbe l’accesso agli spareggi promozione e la quintultima piazza darebbe invece la salvezza diretta, visti i divari con seconda e penultima. In chiave salvezza gran merito di ciò è dell’Alberese che, nelle ultime domeniche ha innalzato di molto il proprio rendimento, cogliendo due successi esterni negli scontri diretti contro Argentario e Ponte d’Arbia. Una piccola rivincita per il team del Parco che, ricordiamo è la squadra con la più lunga militanza consecutiva nella categoria. Il dato è ancora parziale, certo, ma un buon risultato nel match al Francioli contro il Pianella darebe forse la spinta decisiva alla permanenza in categoria.

LA SITUAZIONE DELLE ALTRE Rompe finalmente il tabù l’Argentario, che ottiene finalmente il primo successo in questo girone di ritorno: è il solito Castriconi a regalare i tre punti nella sfida contro la Neania, bagnando così in modo negativo l’esordio di Gaggi sulla panchina giallorossa. Un acuto di Cerboneschi proprio all’ultimo secondo permette alla Castiglionese di rilanciarsi con la vittoria di prestigio ottenuta sul Gracciano. La salvezza diretta sembra ormai proibitiva, tuttavia rimanere in quartultima posizione garantirebbe un vantaggio non da poco in ottica spareggi, anche perchè il Paganico viene sonoramente battuto a San Quirico. Ko pesante anche per il Castell’Azzara, che vede interrompersi la propria striscia positiva contro un Mazzola Valdarbia che sta letteralmente volando nell’ultimo mese: la squadra di Neri ha scippato il quarto posto al Quercegrossa e potrebbe approfittare del calendario favorevole da qui alla fine per difendere tale posizione. Rialza invece la testa lo Scarlino, con la doppietta di Naso che risolve lo scontro diretto contro l’Amiata: una bella boccata d’ossigeno per i ragazzi di Visalli, che stanno facendo un campionato davvero importante.

Davide Sbrolli

Pubblicista, responsabile della Prima Categoria. Ha lavorato anche per il Corriere di Maremma.

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
























Il CalcioMercato di Gs