Prima Categoria

I risultati della 11° giornata: Badesse rallenta, colpo del Sorano che si avvicina.

ALBERESE – MAGLIANESE 0 – 0

ALBERESE: Allegro, Camarri, Brizzi, Girardini, Massieri, F. Pastorello, Di Bonito (18’ st Fioretti), Cucini, Pedroni, Savelli, Coralli. A disposizione: Rabai, Turin, Pegoraro, Tenucci, Chiaretti, Trovò. All. Romagnoli.

MAGLIANESE: Cucca, A. Venturini, Bini, Amorevoli, Ciavattini, Rotelli, Berardi (29’ st Sabatini), Puccini, Petroselli (45’ st Valentino), Gamberoni (45’ st Brasini), Stringardi. A disposizione: Cavallo, Corridori, Boni. All. Boni-Darini.

ARBITRO: Innocente di Siena.

NOTE: Cucca respinge un calcio di rigore di Pedroni al 45’.

Bella impresa della Maglianese del presidente Minucci, che impone il pareggio a reti bianche (0-0) al lanciato Alberese. Brusco stop per la squadra del Parco, che vede momentaneamente bloccata la propria ascesa in classifica. Protagonista indiscusso del match il portiere Cucca, reattivo nel respingere il rigore di Pedroni e attento in un altro paio di occasioni.
E’ la Maglianese a far registrare la prima azione degna di nota, al 7’ con Puccini che, in diagonale, spedisce di poco a lato. Sarà l’unico tiro dei giallorossi scagliato verso la porta di Allegro. Al 12’ cucca inizia a scaldarsi bloccando a terra la botta da fuori di Pastorello e al 14’ si prodiga nel primo intervento di una certa difficoltà: Massieri scatta sulla fascia eludendo il fuorigioco, cross al centro per il liberissimo Pedroni che, a tu per tu con il portiere avversario, vede respinta la propria conclusione in modo miracoloso.
Al 36’ ci prova di Bonito, con una conclusione al volo da poszione defilata, ma il suo tiro si spegne a lato. Nell’ultimo minuto del primo tempo, l’Alberese fallisce l’ocasione più ghiotta del match: l’arbitro Innocente concede un calcio di rigore per una trattenuta in area su azione d’angolo,  cucca però è superlativo nel respingere il tentativo di Pedroni, non fortunatissimo in questa domenica dal punto di vista delle conclusioni. La giornataccia per il bomber bianconero viene confermata anche al 3’ della ripresa, quando, su suggerimento di Coralli, spara alto da pochi passi. Al 16’ Coralli prova a mettersi in proprio, tentando un pallonetto da posizione defilata che si perde alto sulla traversa. La Maglianese riesce, seppur qualche volta in modo rude (sette gli ammoniti alla fine tra i giallorossi) a portare a casa un pareggio prezioso per la corsa alla salvezza, mentre tra i locali serpeggia il rammarico per non essere riusciti a conquistare i tre punti

 

FONTEBLANDA – CASTIGLIONESE 3 – 1

FONTEBLANDA: Bartali, Censini, N. Lubrano, Ricci, S. Lubrano, Picchianti, Boni, Melchionda, Falciani (30’ st Stella), Cerboneschi (40’ st Cagnacci), Giani (33’ st Santini). A disposizione: Ciani, Mazzoli, Bifini, Capuccini. All. Russo.

CASTIGLIONESE: Marroccella, Caporali, Grossi, F. Magrini (24’ st Baccetti), Marchi, Batazzi, Rosi 32’ st Romagnani), Ville (14’ st Giommoni), Caldelli, Mariottini, Andreini. A disposizione: L. Magrini, Chiti, Guerriero. All. Tosini.

ARBITRO: Girone di Siena.

RETI: 29’ N. Lubrano, 42’ Marchi, 10’ st Boni, 30’ st Picchianti.

Vittoria  per il Fonteblanda (3-1) contro la Castiglionese, che vede così esordire il nuovo tecnico Tosini con una sconfitta, a fronte però di un primo tempo in cui i rossoblù hanno tenuto testa ai locali.
Partita non esaltante dal punto di vista del gioco, contraddistinta nel primo tempo dal botta e risposta tra le due squadre su calcio piazzato: al 29’ è Niccolò Lubrano a incornare il punto dell’1 a 0 ma, poco prima dell’intervallo, Marchi, ben appostato sul secondo palo, scrive l’1 a 1 sempre di testa. Poco prima del momentaneo pareggio, Falciani, da buona posizione, fallisce la palla del raddoppio.
Nel secondo tempo il Fonteblanda entra in campo con maggiore convinzione e i frutti si vedono subito dopo dieci minuti con il primo gol stagionale di Boni che, da fuori area, indovina l’angolino giusto dove Marroccella non può proprio arrivare. Dopo due occasioni, una per parte, non concretizzate dai giovani Rosi e Giani, ci pensa Picchianti a chiudere la partita: il centrocampista, dal limite dell’area, insacca a fil di palo. Nel finale, Castiglionese generosa ma poco incisiva, e i neroverdi amministrano il vantaggio senza grossi patemi.

PAGANICO – CALDANA 0 – 0

PAGANICO: Marchi, Nelli (40’ Begnardi), F. Cavaliere, Paolini, Noferi, Modesti, M. Cavaliere, Biagini, Pieri, M. Magnani, Longino (39’ Vagheggini). A disposizione: Marzocchi, Machetti, Lavorgna, Savini, Fabiani. All. Agresti.
CALDANA: Frattini (33’ st Berti), Giorgetti, Creatini, Vecci, Casaccia, Zurlo, Paradisi (30’ st Benini), Filippini, Rotelli (27’st Voddo), Paumgharden, Felici. A disposizione: Berti, Tosi, Benini, Voddo, Gualtieri, Di Fiore. All. Ruggeri.
ARBITRO: Kasollari di Siena.
NOTE: ammmoniti Nelli, M. Cavaliere, Longino, Giorgetti, Creatini e Zurlo.
PAGANICO  Pareggio a reti bianche (0-0) tra Pagancio e Caldana, che così fanno un piccolo passo in avanti in questa domenica. Primo tempo equilibrato, con un’occasionissima per i bianconeri di casa con Magnani, al 19’: la conclusione dell’attaccante colpisce il palo interno con la palla che percorre tutta la linea di porta. Un minuto più tardi è Longino a mancare l’aggancio in area da  buona posizione. Il Caldana risponde al 25’ con un pericoloso traversone di Felici, con Marchi che sventa sull’accorrente Paradisi.
Nella ripresa, all’11’ la botta di Pieri viene respinta dalla difesa,mentre per il Caldana è Paumgharde, al quarto d’ora a rendersi pericoloso: il suo tiro sfiora il palo. Al 33’ Frattini si immola per la propria squadra, respingendo la doppia conclusione di Pieri e poi di Mirko Cavaliere: sul secondo intervento l’estremo difensore sbatte sul palo ed è costretto a uscire. Nel finale, ci prova ancora il Paganico con il vivace Mirko Cavaliere, ma Berti, nonostante l’ingresso in campo a freddo, riesce a neutralizzare il tentativo. Il pareggio così viene mantenuto fino al fischio finale.

PIENZA – VALDARBIA  1 – 2

PIENZA: Minocci, Duchini (dal 70′ Grappi), Bindi G., Bindi E. (dal 80′ Bai), Mangiavacchi G., Pasquetti, Petreni, Fioravanti, Nocchi, Leporini, Agnoletti. Allenatore Battisti. A disposizione: Mangiavaccchi A., Accetturo, Dezi, Pomi.
[VALDARBIA:  Neri, Machetti, Albanese, Ruggiero (dal 46′ Acerra), Corti, Bonadonna (dal 63′ Venuto), Donatelli (dal 84′ Terzuoli), Mazzarella, Ventrone, Corbelli, Andriolo . All. Magneschi .A disposizione: Pistolesi, Donati, Pittalis, Magneschi.
ARBITRO  Meacci di Empoli.
RETI: 1′ Bonadonna, 40′ Nocchi, 71′ Venuto

PONTE D’ARBIA – ARGENTARIO  1 – 3

PONTE D’ARBIA: Papei, Tomei (68′ Forzoni), Sampieri, Benocci, Seumou, Brizzi, Padrini, (46′ Sacchi), Fantini (58′ Sorrentino), Gurguska, Camara, Tornesi. A disposizione: Anselmi, Cortonesi, Bonari, Rubegni. Allenatore: Fedeli.
ARGENTARIO: Milani, Moriani, Costanzo, Schiano, De Pirro, Ferrari, Sordini, Giovani (79′ Sclano), Cedroni, Atzori (82′ Della Monaca), Alocci M. (60′ Perrone). A disposizione: Costantini, Vagnoni, Alocci J., Amato. Allenatore: Cedroni.
ARBITRO: Sig. Venuti della sezione Aia del Valdarno.
RETI: 21′ Atzori, 70′ Perrone, 73′ Forzoni, 75′ Cedroni.

RIBOLLA – PIEVESCOLA 2 – 0

RIBOLLA: S. Santini, Esposito, De Rose (42’ Pratelli Montero – 15’ st Pedone), Ferrari, Franchi, Marri, Boschi, Meconcelli, Pieri (35’ st Magnani), F. Santini, Burioni. A disposizione: Bianchini, Ceccarelli. All. Scheggi.

PIEVESCOLA: Andreola, Bagni, Langone (10’ st Menichetti), D’Auria, Di Libero, Pratesi, Marcoionni, Carletti, Vojdulla, Schiano, Grassini. A disposizione: Sesto, Esposito, Poli, Youkan, Maffei. All. Tintisona.

ARBITRO: Focareta di Empoli.

RETI: 8’ st Pieri, 23’ st Burioni.

NOTE: espilso Bagni al 27’ st per doppia ammonizione.

Il Ribolla colleziona la seconda vittoria consecutiva in casa (2-0  il finale) considerando la Coppa di mercoledì e torna al successo in campionato contro il Pievescola. Nella prima frazione i bianconeri accusano un po’ di stanchezza visti i diversi impegni ravvicinati ma, nella ripresa, fanno proprio l’incontro: all’8’ Pieri, da posizione defilata, indovina la traiettoria giusta che si insacca all’incrocio dei pali, mentre al 23’ Burioni completa l’opera ribadendo in gol la respinta di Andreola sulla bella iniziativa di Boschi. I senesi rimangono poi in inferiorità numerica e per il team di Scheggi amministrare il doppio vantaggio diventa pura formalità.

SAN QUIRICO – BADESSE  3 – 3

SAN QUIRICO:  ]Marzocchi, El Ghiat, (64’ Fortunati), Martellini, De Bernardi M. Bianciardi, Magini, Provenzano, (23’ De Luca), Tollapi, Vento, Migliorini, Dionisi. A disp. Pricope, Dinetti, Casini, Fortunati, Bernetti, De Bernardi R. All. Pecci.
BADESSE: Giannerini, Mascambruno,(85’ Bozzi), Sardelli, Giacopelli, Landolfi, Chellini, Barb D., Dezi, Polloni,Pecchi, Giotti .(79’ Barbi D) A disp. Bianciardi, Romeo, Bozzi, Certosini, Zacchia, Bocci, Barbi D. All. Callegari
ARBITRO: Pettini (FI)
MARCATORI:  29° Barbi- 63°Pecchi- 69°Dionisi- 79°e 86° Migliorini – 83°Mascambruno
NOTE Espulso: Fortunati

VIRTUS CHIANCIANO – SORANO 1 – 2

VIRTUS CHIANCIANO: Marianelli, Fucelli, Benicchi, Lodi, Daviddi, Fei, Cozzi Lepri (45′ Barbetti), Menconi, Rosadini, Riccio (45′ Marchetti), Bernetti. A disp: Fallerini, Poggiani, Landi, Esposito. All. Ferraro.
SORANO:  Ceppelletti, Coli, Albonino (13′ Dominici), Rizi, Ononi, Bufalini, Ventura, Falchi, Sequino (78′ Bibi), Esposito, Bacci (75′ Santinami). A disp: Tramontana, Sonnini, Dominici, Ercolani, Di Carno. All. Gaggi.
ARBITRO: Cerbasi di Arezzo.
RETI: 18′ Esposito, 49′ Rosadini, 88′ Bibi.
ESPULSO:  84′ Brizi.

AUDACE ISOLA D’ELBA – MONTEROTONDO 3 – 4

AUDACE ISOLA D’ELBA: Santucci, Giannullo, Passeroni, D. Frangioni, M. Frangioni, Ferretti, Badalucchi, Meli, Candrian, Dedja, Bracali. All. D. Frangioni.
MONTEROTONDO: Bugelli, Lorenzini (Cascinelli), Gragnani, Giacomini, Castellani, Ciaravolo, Bencini (Manetti), Vezzi, Khouribech, Civitillo, Barsacchi (Flori). A disposizione: Paone, Flori, Manetti, Cascinelli. All. Cavaglioni.
ARBITRO: Crezzini di Siena.
RETI: 20’ e 45’ Candrian, , 25’ (rig.) e 20’ st Khouribech, 30’ Dedja, 15’ st Cascinelli, 35’ st Manetti.
PORTOFERRAIO Spettacolare vittoria all’Isola d’Elba per il Monterotondo (3-4 il finale) che continua a cavalcare la propria striscia positiva, issandosi al secondo posto in classifica in coabitazione con altre due formazioni.
Primo tempo difficile per la squadra allenata da Cavaglioni, che subisce tre reti ad opera di Candrian (doppietta) e Dedja, solo parzialmente limitate dal calcio di rigore trasformato da Khouribech e concesso per fallo del portiere elbano su Barsacchi.
Nella ripresa il mister rossoverde azzecca tutti i cambi e  il Monterotondo si produce nella sensazionale rimonta che determina il risultato finale: Khouribech va un’altra volta a segno, insieme ai neoentrati Cascinelli e Manetti: il 3 a 4 finale è servito e il segnale alle altre squadre è lanciato: per la lotta al vertice c’è anche il Monterotondo, che sarebbe primo solitario se non fosse per i tre punti tolti dopo il ricorso della Lorenzana Crespina.

FOLLONICA – CASTIGLIONCELLO 1 – 3

FOLLONICA: Tinervia, Decembrini, Bucchioni, Batistoni (24’ st Bruni), Tocchi, Errico, Falleni (32’ st Ricchio), Bientinesi, Monterisi, Duranti (44’ st Cantini), Corrado. A disposizione: Caratelli, Bigoni. All. Ballerini.

CASTIGLIONCELLO: Spagnoli, Marmugi, Menichetti, Bandini, Moneta, Cagliari, Gennari (30’ st Grassi), Tantone (36’ st Nigiotti), Ferretti (20’ st Panicacci), Santini, Gigoni. A disposizione: Grassia, Scali, Ceccarelli, Serpan. All. Bacci.

ARBITRO: Pedrini di Lucca.

RETI: 5’ (aut.) Errico, 38’ Tantone, 7’ st Corrado, 50’ st Gigoni.

Sconfitta interna pesante per il Follonica (1-3 contro il Castiglioncello), la seconda consecutiva, che fa scivolare i giovani biancoazzurri indietro in classifica.
La gara inizia male per i ragazzi di Ballerini, visto che già al 5’ si trovano sotto: tiro di Ferretti, la respinta di Tinervia carambola sulle gambe di Errico per il più sfortunato degli autogol. Il Follonica prova subito a riequilibrare il parziale, ma, poco prima dell’intervallo, subisce il raddoppio ospite: su azione susseguente a un calcio d’angolo, Batistoni respinge la sfera di testa, la difesa però si addormenta e consente a Tantone di siglare il 2 a 0. A inizio ripresa il Follonica si scuote e accorcia le distanze con Corrado: l’attaccante raccoglie fuori area la respinta della difesa per scagliare un destro fortissimo alle spalle di Spagnoli. Al Follonica manca però il guizzo del pari e, a tempo scaduto, Gigoni supera Tinervia in pallonetto per il definitivo 1 a 3.

 

Davide Sbrolli

Pubblicista, responsabile della Prima Categoria. Ha lavorato anche per il Corriere di Maremma.

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Se fossi la dirigenza dell’argentario manderei tutti i giocatori a casa. Un’allenatore pur bravo che sia non cambia una squadra in due giorni.

  • Con PAGANICO-CALDANA abbiamo passato un’altra domenica di ghiotte occasioni per i padroni di casa che però, a volte sembra che a tutto pensino fuorché a buttarla dentro!
    E questo è un vero peccato, perché la squadra, di sicuro, avrebbe potuto essere ancora più in alto in classifica se fosse stata assistita, dall’inizio del Campionato, da una maggiore convinzione sotto rete…
    Un grande in bocca al lupo a Frattini, bravo portiere del Caldana che, intervenendo alla disperata su una conclusione a botta sicura di Mirko Cavaliere ( e dopo averne neutralizzata un’altra di Pieri un attimo prima) è andato a sbattere violentemente col ginocchio sinistro sul palo: il quadro, per l’arto violentemente dolorante e per il gonfiore subito comparso, non è sembrato dei più rassicuranti, tanto da consigliare di fare ricorso all’ambulanza che l’ha trasferito al Pronto Soccorso del Misericordia.
    Ma complimenti anche al secondo portiere Berti che, entrato a freddo, è riuscito, con un intervento davvero importante, a neutralizzare un’altra insidiosa conclusione di Mirko Cavaliere.

  • Chi ti dice che non l’abbiamo dedicato proprio a Francioli questo risultato?
    E giovedì tutti a cena compreso Francioli che sarebbe stato presente solo incaso di vittoria.
    A noi tutti questo mister ha imparato tanto e soprattutto al gran signore che è anche fuori dal campo

  • Ti avrà “imparato” tanto a gioca’ , ma non ti ha INSEGNATO a parlare ! Ciuco

  • Perturbazione attila CEDRONI se e’ abbattuta sullo scoglio e ha portato via tutte le chiacchire….

  • Forse prima di dedicargli la vittoria non era più corretto che correvi anche quando c’era ancora lui!
    È proprio vero il Francioli è una brava persona… Ma una volta non era pure un bravo mister?
    Questa è la vita le cose cambiano in fretta…

  • Dateli in testa ora a Cedroni con sto patentino! Si è allenatori in campo, non sulla carta. Grande Cedroni!

  • Senza niente togliere a Remo ci sarebbe da prende a zampate quelli che fino a ieri non hanno giocato per la squadra ma che non hanno avuto le palle per dire che il problema era più nella loro mancanza di voglia e non per cause imputabili a Francioli.

  • Grandissimo argentario.. Dopo tanto abbiamo giocato come si deve.. La colpa nn e ne di Francioli e ne di picchianti.. Comunque complimenti a cedroni..






















%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: