Hockey Hockey Follonica Primo piano Ultimissime Altri Sport

Hockey: è un Follonica dalle sette vite

Nella foto la formazione del Follonica

SINUS MATERA-BANCA CRAS FOLLONICA 3-3

MARCATORI PT: 9:34 J.Lopez (A), 15:50 (Pun) G.Romero (A).
MARCATORI ST: 38:18 M.Rodriguez (B), 43:02 J.Lopez (A), 44:07 M.Rodriguez (B), 45:34 F.Pagnini (B).

SINUS MATERA: G.Antezza, J.Lopez, L.Santeramo, D.Santeramo, M.Ghirardello, J.Cellura, D.Borsi, G.Romero, V.Grimalt, T.Belgiovine. All. N.Resende.
BANCA CRAS FOLLONICA: D.Banini, P.Saavedra, Marinho, F.Polverini, M.Rodriguez, F.Pagnini, S.Paghi, G.Menichetti, L.Gaeta. All. F.Polverini.
ARBITRI: Ferrari F. – Giangregorio M.
ESPULSI PT: M.Rodriguez (B), V.Grimalt (A), D.Banini (B).

MATERA. È un Follonica che non muore mai, neanche quando tutte le speranze sembrano finite.
Grande prestazione dei ragazzi di Franco Polverini che rimontando due volte il doppio svantaggio. Dal 2 a 0 al 3 a 1 in un finale che ha regalato emozioni e mostrato tutto il coraggio degli azzurri.
In classifica vola il Forte dei Marmi che si invola solitario al vertice, ma i maremmani ritornano da questa trasferta consapevoli della propria qualità del collettivo.

LA PARTITA. Pronti via ed il Sinus Matera spinge sull’accelleratore andando a segno al minuto 9 con Lopez e al minuto 16 con Romero.
Si chiude così un primo tempo dove obiettivamente i padroni di casa hanno giocato meglio. Tutta un’altra musica la ripresa con Màrio Rodriguez che accorcia sul 2 a 1. Al minuto 43 invece la realizzazione di Lopez pareva spegnere ogni sogno velleitario di una rimonta che invece arrivava grazia ancora a Rodriguez e a Pagnini che in uno-due straordinario rimettevano la sfida sul definitivo 3 a 3.

mm

Fabio Lombardi

Giornalista pubblicista dal 2010, è uno degli editori/fondatori della testata giornalistica on-line Grossetosport, all'interno della quale ricopre il ruolo di direttore responsabile. E' altresì il responsabile dei campionati di Promozione e Seconda Categoria, nonché un esperto di calciomercato.

Aggiungi commento

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *