Calcio Grosseto Calcio Lega Pro Unica Notizie Grosseto Calcio Primo piano

Grosseto-Savona 3 a 0. Mister Padalino inizia bene, ma grave infortunio a Masia

Lugo festeggia il gol

GROSSETO (3-4-1-2): Berardi; Mariotti, Burzigotti, Varricchio (57’, Elez); Masia (64’, Onescu), Verna, Finazzi (81’, Monaco), Boron; Lugo; Pichlmann (cap.), Torromino A disposizione Pini, Longo, Gambino, Giovio Allenatore Pasquale Padalino

SAVONA (3-5–2): Addario; Cabeccia (46’, De Feo), Marconi, Antonelli; Giorgione, Bramati (58’, Bramati), Quintavalla (cap.), Casarini (85’, Gizzi), Spadafora; Demartis, Scappini A disposizione Pennesi, Galimberti, Nucera, Varone Allenatore Arturo Di Napoli

Direttore di gara: Daniele Rasia di Bassano del Grappa

Assistenti: Stefano Pizzagalli di Pesaro e Davide Marcolin di Schio

Reti: 15’ Lugo, 19’ Torromino, 87’ Verna

Ammoniti: 2’ Masia, 44’ Marconi (Sv), 61’ Quintavalla (Sv)

Espulsi:

Corner: 2 a 6 (p.t. 1 a 5).

Recupero: 2′ nel primo tempo e 5’ (diventati, poi, 9’) nel secondo.

Note: Grosseto in maglia rossa, con banda trasversale bianca. Ospiti in maglia a strisce verticali biancoblù. Spettatori 869 (abbonati 467, paganti 402). Incasso totale: € 7.795,84 (quota abbonati € 3.407,54, quota paganti € 4.388,30). Presenti alcuni tifosi ospiti in Curva Sud. Pomeriggio mite. Campo leggermente allentato, ma in buone condizioni.

Grosseto. Finalmente! Il Grifone torna a vincere tra le mura amiche dopo 6 mesi e 18 giorni (21 marzo 2014) con un secco 3 a 0 a danno del Savona, una delle formazioni più in forma del girone B. Dunque, esordio positivissimo di Padalino alla conduzione dei biancorossi, anche se il netto successo degli unionisti è stato facilitato dal vantaggio segnato in fuorigioco e funestato dal gravissimo incidente di gioco occorso allo sfortunato Masia (pare frattura di tibia e perone), al quale inviamo i migliori auguri di pronta guarigione. Sul match possiamo soltanto dire che, rispetto ad altre volte, il Grosseto ha giocato meno bene, ma è stato tremendamente concreto e, anzi, ha rischiato di fare una goleada. Molto bene, poi, Lugo (con un gol, un assist e lo zampino nel 2 a 0), ma progressi significativi anche da parte di Boron. Infine, da segnalare l’esordio in biancorosso da parte di Monaco, chiamato a blindare il risultato nei minuti finali con il suo fisico possente.

Lugo il migliore Dopo la sconfitta di Lucca, Camilli ha deciso di esonerare Silva, ormai in discussione da diverse giornate, e ha chiamato Padalino. Dunque, il nuovo mister non avuto molto tempo per preparare l’incontro odierno. La vera novità, però, è l’esordio da titolare di Masia. Di Napoli, invece, che col suo Savona ha inanellato 1 pareggio e 3 vittorie consecutive nelle ultime 4 giornate, deve rinunciare ad alcune pedine importanti e fa accomodare in panchina Varone, il centrocampista andato vicinissimo a vestire il biancorosso a inizio stagione. L’incontro, a parte l’ammonizione comminata a Masia, non offre spunti particolari fino al 15’, quando il Grosseto passa in vantaggio col tiro in area di Lugo, che batte Addario. L’arbitro Rasia convalida la rete, ma i savonesi protestano vibratamente (e hanno ragione a farlo), perché sembrano esserci stati due giocatori unionisti in fuorigioco attivo a disturbare Addario. In ogni, caso, palla al centro. Il Grifone, però, sulle ali dell’entusiasmo trova facilmente il raddoppio al 19’, grazie al gol di Torromino, propiziato dalla percussione di Lugo sulla fascia sinistra e dal tocco favorevole di Pichlmann. Al 25’, poi, Boron si divora il 3 a 0 e al 26’, per poco, il Savona non riapre la partita con Giorgione. Da questo preciso momento, il Grifone si difende con un certo affanno dalla pressione ligure e al 38’ il guizzante Demartis calcia benissimo una punizione angolata verso il primo palo, ma trova la bella parata di Berardi, che si rifugia in calcio d’angolo. È l’ultima vera occasione del primo tempo, che si chiude dopo 2’ di recupero.

Grave infortunio a Masia All’inizio della ripresa, Di Napoli effettua subito la prima sostituzione, mandando in campo De Feo al posto di Cabeccia, per poi cambiare qualcosa a livello tattico. È chiaro che il mister savonese ha visto che il Grifone ha mostrato diverse imprecisioni difensive e crede di riaprire subito il match, ma le sue speranze, almeno per un quarto d’ora, finiscono disattese. Gli unionisti, però, sono sfortunati, perché sono costretti a perdere per infortunio prima Varricchio e poi Masia. Al loro posto, rispettivamente, Elez (fresco di convocazione nell’Under 21 della Croazia) e Onescu. In particolare, Masia subisce un bruttissimo fallo da dietro da parte di Quintavalla, il capitano savonese, che viene soltanto ammonito. Tuttavia, si comprende da subito che l’infortunio al giocatore unionista è piuttosto serio, con i compagni di squadra che si mettono ripetutamente le mani nei capelli. Dalle prime immagini a disposizione, sembrerebbe trattarsi di una frattura o di una grossissima distorsione a un piede o a una caviglia. Resta il fatto che Masia viene portato all’ospedale in ambulanza, a sirene spiegate, mentre l’incontro continua per diversi minuti in un clima surreale. Oltretutto, diversamente dal primo tempo, nel secondo gli ospiti non sanno impensierire più di tanto il Grosseto, che si difende sempre con tranquillità. All’83’, però, i biancoblù liguri si rendono pericolosi con Demartis, il migliore dei suoi, con una conclusione che esce fuori di un soffio. Nello stesso minuto, Verna sfiora la marcatura, ma la trova all’87’, con il tiro al volo su assist di Lugo, una rete che significa 3 a 0 e vittoria assicurata. Al triplice fischio, poi, che giunge dopo 9’ di recupero (anziché i 5’ segnalati), il Grifone torna finalmente alla vittoria allo Zecchini, interrompendo così un digiuno infinito che durava dal derby del 21 marzo scorso, Grosseto-Pisa 3 a 1.

CRONACA DELLA PARTITA

PRIMO TEMPO

2’ Ammonito Masia
15’ GOL! Lugo trova la sua prima rete unionista sugli sviluppi di una mischia in area savonese. I liguri, però, protestano per il presunto fuorigioco di uno o due giocatori biancorossi, ma il direttore di gara Rasa convalida la marcatura. Palla al centro.
19’ GOL! Percussione di Lugo sulla sinistra, palla al centro per Pichlmann che tenta la deviazione, ma viene contrastato. La sfera rimane in area savonese, dove Torromino, ben appostato batte Addario con facilità.
24’ Incursione e tiro di Casarini. Parata di Berardi.
25’ Bel lancio di Lugo per Boron, che spreca malamente il facile 3 a 0.
26’ Giorgione, solo in area, sciupa il possibile gol del 2 a 1.
38’ Tiro di Demartis su punizione. Berardi si tuffa verso il primo palo e manda la sfera in corner.
44’ Ammonito Marconi.
45’ Concessi 2’ di recupero.

SECONDO TEMPO

46’ Di Napoli sostituisce all’inizio della ripresa Cabeccia con De Feo.
48’ Tiraccio di Demartis su punizione da fuori area. Palla altissima sulla traversa.
55’ Varricchio si infortuna e al 57’ viene sostituito da Elez.
58’ Tra i liguri, fuori Bramati. Al suo posto, Colombi.
61’ Ammonito capitan Quintavalla del Savona, per il bruttissimo fallo sul Masia, che sembra aver riportato un grave infortunio, probabilmente una frattura o una grossa distorsione.
64’ Esce Masia, infortunato. Al suo posto Onescu.
72’ Colpo di testa di Marconi. Palla alto sulla traversa.
76’ Tiro ciabattato di Quintavalla da fuori area. Fischi per lui.
77’ Conclusione debole di Pichlmann. Parata facile da parte di Addario.
81’ Esce Finazzi ed entra Monaco, all’esordio in biancorosso.
83’ Destro di Demartis fuori di un soffio.
83’ Grosseto vicino al 3 a 0 con Verna.
86’ Nel Savona, fuori Casarini, dentro Gizzi.
87’ GOL! Pennellata di Lugo dalla sinistra e tiro di prima intenzione di destro da parte di Verna per il 3 a 0 biancorosso. Partita chiusa.
90’ Concessi 5’ di recupero, diventati, poi, 9′!

mm

Yuri Galgani

Giornalista pubblicista, è appassionato di calcio e statistiche sportive. Vanta esperienze e collaborazioni col Guerin Sportivo (al tempo diretto da Marino Bartoletti), Telemaremma, Tv9, Calciotoscano.it, Biancorossi.it, Vivigrossetosport.it, Tuttob.com e Pianetab.com. Si è occupato principalmente di Serie B e di Lega Pro e dalla passata stagione segue la Serie D. È co-autore del libro Cento passi nella storia, scritto in occasione dei 100 anni dell’Us Grosseto. Da novembre 2014 è il vice-direttore di Grosseto Sport.

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Su Masia intervento con il piede a martello da codice penale. Come sempre si espelle per le cazzate e si perdonano questi falli che possono distruggere la carriera di un ragazzo di 19 anni. Vergogna!!!

    • Verissimo. Gran brutto intervento, per di più sul piede d’appoggio. Si è avuto fin da subito la sensazione tanto della gravità del gesto che dell’entità dell’infortunio.

    • Davvero!
      Dovrebbe trattarsi di tibia e perone. Queste, almeno, le ultime notizie raccolte allo stadio da Luca Ginanneschi.

      • ci sono gli estremi per una denuncia per lesioni, è un chiariointervento volontario a fare male, le semplici scuse non bastano…Quintavalla deve pagare con una denuncia a piede libero e con l’ovvio risarcimento danni….spero che la famiglia Masia si attivi al più presto con un legale. Non se la può cavare con le scuse ai compagni di squadra nello spogliatoio e stop, rischia di compromettere la carriera ad un giovane di sicuro avvenire ed è giusto che paghi

  • E ora ribannatemi!!!!!!!!!!!!!!
    Ma il sig. Quintavalla è normale che entri sull’uomo sempre in maniera del genere?
    No, perché se questo è calcio, allora c’è qualcosa che non mi torna…
    E poi un pensierino x il sig. Varone: visto che se venivi a Grosseto ti divertivi di più?

    • Sturm,
      ti ho già spiegato l’altra volta come sono andate le cose tra Varone e Grosseto. Fosse stato per lui, il precontratto si sarebbe trasformato in contratto, ma passata la scadenza prevista, nessuno l’ha più chiamato.
      In ogni caso, se scrivi post come quelli che sai, non possiamo passarli, perché sono da querela. 😉

      • ok yuri,
        fammi almeno godere x questi 3 punti al veleno, visto come certi giocatori si permettano di rovinare la carriera altrui.
        Spero vivamente di cuore che masia si rimetta e torni ancora piu’ forte, ma gente come di napoli e quintavalla, tanto x fare qualche esempio, con il calcio, ma anche con lo sport in genere non hanno nulla a che vedere……..
        cordialmente
        STURM UND DRUNG

  • Mi considero da subito a disposizione di Masia qualora serva una consulenza specialistica per la valutazione del danno in caso di richiesta di risarcimento: Quintavalla é da codice penale, non da semplice ristoro economico in civile. Ed il suo mentore Di Napoli…lasciamo perdere!

  • Sono un ragazzo che segue varone perché é un amico volevo prima di tutto augurare una pronta guarigione a masia,speriamo si rimetta e torni più forte di prima, volevo dirvi che varone sarebbe stato felice di venire da voi, fidatevi é molto forte sia come giocatore ma soprattutto un bravo ragazzo, purtroppo nn sta giocando tutte le partite come meriterebbe perchè a savona ci sono molte cose strane i più scarsi giocano i più bravi fuori bhaaaa buona giornata

    • sei forse amico anche di quintavalla???????
      chiedigli se ora che ha rovinato un ragazzo di 20 anni si sente realizzato………………
      voglio vedere se x lo meno alza il telefono x scusarsi di persona con lui e la famiglia
      oppure se e’ criminale fino in fondo…………
      riguardoi a varone poi ……… tenetevelo pure!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!






















%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: