Grosseto Calcio Notizie Grosseto Calcio Primo piano

Grosseto dentro tre neoacquisti, Giacomarro sul Flaminia: “Serve fisico, è un campaccio”

mister Domenico Giacomarro

Conferenza stampa di Domenico Giacomarro alla vigilia della trasferta di Civita Castellana (VT). Per l’allenatore del Grosseto ci sono criticità a centrocampo per il Grosseto con i due ’96 Vaccaro e Cremonini a rischio defezione:

<<Non cerco di mettere in difficoltà i giocatori né cambiare troppi ruoli – spiega Giacomarro – con Migliaccio esterno schierare Libutti intermedio oppure Lavopa, non è la stessa cosa che giocare sulla fascia. Vaccaro c’è, magari non potrà fare i 90 minuti, l’alternativa sarebbe schierare il portiere piccolo in porta e utilizzare due giocatori esperti in mezzo>>.

Nonostante l’infezione al piede Vaccaro comincerà titolare nel 3-5-2 del Grosseto, il tenicco siciliano è intenzionato a schierare dal primo minuto Digiorgio, Nichele e Patierno ossia tre nuovi arrivi. Scelte dettare dal bisogno di fisicità che la gara col Flaminia richiede:

<< Il Flaminia è squadra rognosa, giocavano 4-3-3 con la palla lunga finché avevano Vegnaduzzo, ma hanno interpreti ugualmente interessanti. Dipende dal campo – dichiara Giacomarro – è brutto ed ho bisogno di fisicità. Poca erba, assomiglia al nostro campo sussidiario. Il sintetico almeno serve giocare a calcio, in questi casi più di spada che di fioretto – poi prosegue – Zotti ancora non ha la condizione che voglio io, ci vuole di più chi mette la gamba che il tecnico con qualità. Non mi precludo la possibilità di farlo giocare insieme a Olivieri sempre legato ovviamente allo schierare il portiere under. Noi siamo partiti il 5 di agosto – ricorda – purtroppo i portieri non li abbiamo trovati però siamo l’unica squadra a non aver speso in procuratori e prestiti>>.

Rosa ampia con tanti giocatori di esperienza, soprattutto in difesa e attacco. Possibili uscite ?

<<Ventotto giocatori non ci sono – ribatte il mister – perché c’è Baylon infortunato come Ungaro, i due ’96 pure, Napoli ha preso una tacchettata mercoledì, perciò non sono troppi: come allenatore ne voglio sempre qualcuno in più. Abbiamo sbagliato pochissimo nel costruire una rosa, merito di tutti e anche di un po’ di fortuna. Nel periodo del mercato si fanno tante chiacchiere, da qua è difficile andar via chi lo fa è perché gli hanno messo idee in testa o desidera andare a giocare maggiormente>>.

Dopo la sfida di Sangiovanni, sono arrivate critiche per l’atteggiamento mostrato dalla squadra in Coppa Italia:

<<Il confronto coi tifosi sono positivi, se c’è da criticare il gruppo benissimo lo accettiamo e andiamo avanti , non deve essere fattore per noi di ansia e paura. Però una partita che potevi chiudere abbiamo preso il pari e ai rigori siamo andati fuori, anch’io sono insoddisfatto per come sono stati calciati i rigori. L’obiettivo nostro è di fare sempre risultato e di staccare le altre in campionato>>.

Fabio Lubrani

Giornalista Pubblicista. Per Grossetosport si occupa di Grosseto, Gavorrano e C5 Atlante. Ha scritto per il quotidiano Corriere di Maremma e collaborato con TMW, Calciomercato.com, Calciopiù, Radio RBC, Vivigrosseto.

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Come si fa a mettere in campo un giocatore come Di Giorgio e il centrocampista nuovo….Non conoscono i meccanismi…..mercoledì ho visto il centrale…piedi pietosi , Zotti campo o no è un valore aggiunto…cambiare una difesa che non prende reti…ma ….c’ è mica sotto qualcosa……ma vedremo

  • Ma per favore via, giocano con Giustarini prima punta, se abbiamo paura del Flaminia ( noto paese che costruisce cessi per cacare) si può stare anche a casa!!!





































Loading…















%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: