Calcio Grosseto Calcio Notizie Grosseto Calcio Primo piano

Grosseto – Cuoiopelli 1-1, Il Grifone penalizzato da un arbitraggio scandaloso

Grosseto. Il Grosseto costretto a giocare la gara contro la capolista Cuoiopelli penalizzata da una affrettata ed inopportuna espulsione per doppia ammonizione di Capitan CIOLLI al 12° minuto con i biancorossi locali costretti a giocare l’intera gara in inferiorità numerica. Infatti Andrea CIOLLI aveva subito il cartellino giallo già al 2° con una decisione molto affrettata del Direttore di gara, senza avere mai redarguito il difensore e al 12° dopo un fallo al limite dell’area dello stesso CIOLLI questi protestava con l’arbitro in modo garbato ( il capitano è l’unico che può dialogare con il direttore di gara) e per tutta risposta riceveva il secondo giallo con la conseguente espulsione. Una doccia fredda per il Grosseto e a nulla sono valse le conseguenti proteste di quasi tutta la squadra e la panchina. Al 30° altra doccia fredda per il Grosseto con ancora l’arbitro di Torre del Greco in cattedra che ignorando la segnalazione di fuori gioco segnalata dal proprio assistente, concedeva inspiegabilmente un calcio di rigore contro il Grosseto per atterramento in area di PIRONE. Ancora proteste contro il direttore di gara che si rifiutava di sentire il proprio assistente e nella circostanza espelleva con il cartellino rosso diretto il secondo portiere CIPOLLONI direttamente dalla panchina. Tutto questo al 30° con ANDREOTTI alla battuta dal dischetto che realizzava il goal del momentaneo vantaggio degli ospiti.  Nella ripresa al 49° una incornata ravvicinata di Gorelli metteva alla prova il portiere ospite che al 52° nulla poteva sul caparbio e prepotente colpo di testa di MESINOVIC ben servito dalla sinistra con un magistrale cross di RAITO, mettendo dentro il goal del meritato pareggio. Il Cuoiopelli non ci stava e voleva portare a casa l’intera posta cercando di premere sull’acceleratore approfittando sempre della superiorità numerica ma il Grosseto si è difeso molto bene anche con alcuni affondi in avanti. Negli ultimi dieci minuti il giovane portiere biancorosso NUNZIATINI (classe 99), si superava almeno in tre occasioni con  almeno due strepitose parate negando cosi agli avversari la gioia del goal che avrebbe potuto portarli alla vittoria finale, ma cosi non è stato, grazie ad un NUNZIATINI veramente superlativo. In sala stampa la bravura del giovane portiere grossetano veniva anche evidenziato sia dal Direttore Sportivo del Cuoiopelli che da Mister CIPOLLI. Il Patron del Grosseto Mario CERI era molto dispiaciuto per la direzione di gara del Sig: MANZO di Torre del Greco per essersi inventato un calcio di rigore inesistente e viziato da netto fuori gioco (come giustamente segnalato dal suo assistente) ed ha esternato molti complimenti al portiere NUNZIATINI per il proficuo lavoro fatto. Mister DANESI ha evidenziato che il Grosseto in 11 contro 11 avrebbe fatto un altra prestazione dando molto filo da torcere al quotato avversario, ma un arbitraggio vergognoso non ha permesso tutto ciò. Una nota amara per gli organi federali: se si deve designare per una partita importante come questa tra Grosseto e Cuoiopelli un arbitro di Torre el Greco, si poteva risparmiare un lauto rimborso spese e designare un arbitro di Firenze o Arezzo che forse avrebbe fatto molto meglio non esagitando gli animi degli sportivi.

mm

Pino Pisicchio

Giornalista pubblicista dal 1995. Segue il calcio dilettantistico maremmano dal 1986, già addetto stampa della ex Polisportiva Alberese.
Ha collaborato con Il Tirreno, La Nazione, Il Corriere di Maremma, Radio Grifo, Teletirreno, Telemaremma e Tv9.

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Che ieri si sia assistito ad una direzione di gara per certi versi sconcertante è fuori discussione, come è fuori discussione che nell’arco di questa stagione le decisioni arbitrali “contro” il Grifone siano state di gran lunga prevalenti su quelle “a favore”, solo che da qui a immaginare misteriosi complotti e congiure a danno del Grosseto (come andava di moda in era camilliana) ne corre; non ho mai creduto a simili tesi quando eravamo in B e gli interessi in gioco potevano essere cospicui, figuriamoci se ci credo adesso che militiamo in un campionato di bassissimo livello. Sfortuna, casualità e soprattutto tanta incompetenza in linea col misero standard tecnico della categoria, questa è a mio avviso la reale causa delle numerose “sviste” arbitrali che hanno penalizzato il Grifone, che però – non me lo toglie dalla testa nessuno – ha compromesso la stagione per propri specifici ed evidedenti limiti tecnico-agonistici.

  • Sviste?????? Ovvia Sesto non prendiamoci in giro..qua ce davvero qualcosa sotto e ormai è palese! L’espulsione dopo 5 min se la poteva risparmiare, il rigore dato annullando la decisione del guardalinee che era con la bandiera alzata, ci ha fermato davanti porta per dare un calcio di punizione a nostro favore a metà campo, 7 ammonizioni.
    Per non parlare delle altre partite….i rigori di Aulla inventati, l’acquitrinio di Urbino TAccola, la farsa di Poggibonsi, la rete a Castelfiorentino…
    Secondo me chi di dovere dovrebbe indagare sul serio e anche gli organi di stampa dovrebbero riportare alla luce questi fatti affinche arrivino ai piani alti.
    E anche il sindaco, se davvero gli importa qualcosa, dovrebbe far sentire la.sua vicinanza, ora.basta…perche ci stanno prendendo per il culo, in ambito calcistico e non!

    • Naturalmente Dario sei liberissimo di credere che si stia tramando contro il Grosseto per impedirgli di giocare l’anno prossimo in D, ma per quanto mi riguarda è una cosa che non sta né in cielo né in terra: chi sarebbe l’artefice o gli artefici di questa congiura? A chi e perché darebbe così fastidio il Grifone in serie D? Quale sarebbe l’origine di questa avversione antigrossetana? Io onestamente non trovo risposte plausibili, anche in considerazione del fatto che ci troviamo ad un livello talmente basso che gli interessi in gioco sono modestissimi, per non dire della visibilità, che è pari a zero.

  • Se vogliamo incolpare gli altri dei nostri demeriti…. allora ok. Altrimenti di cosa vogliamo parlare. Io ieri allo Zecchini ho visto un’altra partita….
    Ciolli era già ammonito e non doveva fare un’entrata del genere, il rigore purtroppo c’era, se colpisci un giocatore avversario in area (addirittura in due) e lo butti a terra è rigore. Inoltre se mentre l’altra squadra esulta gli tiri una borraccia e sbraiti in panchina è normale che l’arbitro ti butta fuori…

    Questo è solo l’epilogo di un’annata, che non è strana, ma è solo stata programmata male (anzi priva di programmazione): mancanza di un direttore sportivo, due allenatori mediocri scelti non si capisce in base a quali caratteristiche , diversi giocatori non all’altezza, mai un minimo di manutenzione al terreno di gioco (avendo una squadra piuttosto tecnica spesso siamo stati penalizzati anche in casa) ecc.

    Quella di ieri doveva essere una partita di routine, con campionato già vinto e invece ti ritrovi a lottare per i play off che tra l’altro non saranno facili da vincere….
    Speriamo bene

    • Concordo pienamente e mi limito ad aggiungere che non solo i playoff saranno difficili (diciamo pure difficilissimi) da vincere, ma non è per niente scontato che si disputino, in quanto se non si vince domenica a Gambassi (cosa nient’affatto sicura) è molto probabile che il distacco finale dalla seconda sia superiore a 9 punti, il che significherebbe…game over.

  • Alfio nn so che partita hai visto ieri…mah….tutti scienziati del pallone….e poi dove sta scritto che era un campionato gia.vinto??? Solo perche ti chiami Grosseto?? Vedo che parlate parlate….ma non sapete proprio nulla….ve lo assicuro…proprio nulla…

  • Dario prima di iniziare il campionato la proprietà aveva dichiarato che l’obiettivo unico e imprescindibile era il passaggio diretto di categoria. L’allenatore del tempo aveva dichiarato che se il Grosseto non avesse vinto il campionato sarebbe stata una disfatta….
    Alla luce della situazione odierna, forse era meglio tenere un profilo più basso.

    Quanto agli episodi di ieri sono andato a rivedere le immagini (su questo sito ci sono, per essere sicuro di quello che dicevo, magari dalla tribuna avevo avuto un’altra impressione) se vogliamo essere di parte va bene …. altrimenti: il secondo fallo di Ciolli è un intervento sconsiderato (soprattutto per uno già ammonito) sicuramente da ammonizione. Il rigore purtroppo c’è perché due dei nostri vanno addosso al giocatore della Cuoiopelli senza prendere minimamente il pallone, il guardalinee alza la bandierina per segnalare un fuorigioco inesistente, infatti il giocatore in fuorigioco non partecipa all’azione. Quanto al l’espulsione di Cipolloni, anche dalle immagini si vede bene che dalla panchina qualcuno tira una borraccia ai giocatori della Cuoiopelli che esultano… il tiro al bersaglio è un’altro sport !!

    Non devi vincere perché ti chiami Grosseto, ma perché qualcuno ha detto che il passaggio di categoria sarebbe avvenuto sul campo.
    Io credo che va’ bene prendere gli onori quando si fanno proclami, ma poi si devono accettare le critiche se le cose non vanno come pubblicamente annunciato.

    Non fare nemmeno i play off …. sarebbe troppo. Non ci voglio nemmeno pensare.

    • Vi capisco. Anche noi abbiamo subito lo stesso trattamento arbitrale, quando il Grosseto è venuto a San Gimignano: un rigore inventato, due espulsioni inspiegabili e tante altre ingiustizie subite per novanta minuti!

      • Si vede che ti ricordi quello che ti pare. 😉
        Vatti a rivedere la vostra partita a Grosseto… 😉




























%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: