Calcio Grosseto Calcio Notizie Grosseto Calcio Primo piano

Grifone, stop improvviso prima dell’ufficialità della vendita

di Yuri Galgani e Fabio Lombardi

Diciamo subito che chi attendeva la notizia ufficiale del passaggio di proprietà del Grosseto dovrà ancora pazientare. Infatti, al momento di formalizzare l’acquisto, pare che le parti in causa si siano irrigidite, ognuna sulla propria posizione. Il motivo del contendere riguarderebbe una parte del monte debitorio unionista. I compratori insistono per una soluzione che Camilli non vuole proprio accettare, da qui il brusco stop e la richiesta di ulteriore tempo appena davanti al traguardo dell’ufficialità. Pertanto, se la situazione non si sbloccherà entro oggi, sarà tutto rimandato a lunedì, col rischio concreto che in questo week-end qualcuno ci ripensi. Noi, però, vorremmo soprattutto tornare a parlare di calcio, quello vero.

Redazione

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • hanno.o.ha.rotto le P ….. decida sto… cosa voglia fare punto e basta ,.questo uomo umoraleeee

  • Ma tutto questo indipendentemente dalle posizioni che hanno preso I tifosi in questi ultimi tempi vi sembra serio,accettabile,altro che letterina….qui ci vuole una LETTERONA!!!!!

  • Non vale più la pena nemmeno di perderci del tempo.L’unica cosa positiva lunedi o martedì finisce tutto. In un modo o nell’altro.Anche l’avventura del presidente.Se dio vuole.

  • Mi sembra l’unica logica spiegazione del perché vi sia questo tiro e molla. Non sono molti i compratori che acquisterebbero un immobile gravato da grossa ipoteca a meno che non venga svenduto, ma a quanto pare qui si vuole ricavare anche un guadagno

  • ma non era quello che se veniva qualcuno la regalava….PINOCCHIOOOO , e non dica che nessuno si érecato da lui perché gli anelli al nado li ha lui non noi

  • L’unica cosa positiva nel bene e nel male, almeno lo spero, è non aver piu a che fare con un essere di questo genere.
    Maremma cane, mi comprometto fisicamente con il primo che prova a fiatare mezza parola di difesa. Da 14 anni ci fa passare le estati inviperiti a pendere dai suoi umori ballerini. Ma basta!
    Meno male che la regalava!! E ci credo! Piena di debiti!!!
    Ora cos’altro inventerà stanotte?

  • Ma poi scusate, la situazione debitoria si discute per ultima ”ad un passo dall’ufficialita’ ” ???….E’ proprio una barzelletta via….

    • Forse la situazione debitoria è stata tenuta nascosta fino all’ultimo, visto che anche con Salvestroni i conti del 2014 non erano stati esibiti

  • E’ inutile che dica che regala la società con i relativi crediti e debiti se poi il rapporto è di 1 a 5….ad esempio…..e credo che abbia poco senso dire che all’ultimo metterà lui la fideiussione, altrimenti non avrebbe fatto già’ portare via tutto, porte d’allenamento comprese….

  • Facciamoci sentire fuori le palle matemmani… quest uomo non ha voluto vendere la squadra NON MOSTRANDO I LIBRI CONTABILI A GENTE SERIA.. solo il fatto che di questi pugliesi non si conosce neppure il nome qualcosa vuol dire… ORA È IL MOMENTO DI COALIZZARCI ALTRO CHE FARE LETTERE QUANDO NON SEVIVA…

    • Secondo me il momento di coalizzarsi non è ora che troppo tardi è, ma era proprio quando qualcuno scrisse quella lettera che invece, guarda caso, fu contestata dai soliti idolatri, come fosse un sacrilegio contro il padre padrone.
      Io lo avevo scritto a suo tempo che quest’uomo gira la notte, nel suo castello in Danimarca, vestito di nero e con un teschio in mano e non sa mai cosa farà la mattina dopo. Infischiandosene bellamente di tutti quanti noi. Anche di quelli che continuano ad idolatrarlo.

  • Urla nel vento. Camilli regala debiti e questa città beve sciroppi al curaro. contenti voi. io è un anno che mi sgolo a contestare il suo operato e tutti, voi compresi, ad incensarlo ed ad adularlo tanto ci vuole bene. Io non voglio che mi voglia bene.

    • Tutti chi? Gia tu sei l’unico che aveva previsto tutto. Io sono anni che litigo sul muro biancorosso nel contestare Camilli. Quindi elimina quel TUTTI per favore!

      • “Io sono anni che litigo sul muro biancorosso nel contestare Camilli.” Falla finita, non ci casca nessuno

        • Marcovaldo lo sai che mi garberebbe conoscerti fuori da questo giornale? Devi essere uno parecchio simpatico e intelligente. Dalle tue uscite sempre profondissime sei sicuramente persona di elevato spessore. Perche non ci fai sapere chi sei, armato di grande coraggio? Cosi ne parliamo a voce delle nostre diverse vedute. Non è una minaccia ovviamente ma solo una proposta, che sono certissimo non accetterai

  • L’ho gia’ scritto su biancorossi.it e lo riscrivo….la Fiorentina offriva 4 milioni x Pinilla, Pinilla e’ andato a Palermo per un milione e mezzo e Giovio ( passato per fenomeno della Primavera )…c’era gia’ qualcosa che non tornava, ed infatti la Fiorentina da quel giorno non si e’ piu’ vista.
    Grazie per 10 grandi anni, ma per i restanti 4 solo tanata tanta lolla allo stato puro.
    Ai posteri l’ardua sentenza…

  • Se non c’era camilli col cavolo facevate 6 anni di B….

    Tutti boni a contestarlo ora…mah…

    • Ecco cosa volevo vedere scritto invece di darle contro sosteniamolo in fin dei conti gli affari sono affari, perché senza Camilli chissà dove era il Grosseto.

  • Carissimo Grifo1912, come dire..non saprei..una sola certezza:il ritorno di un personaggio accanto al Presidente ha stranamente coinciso con questo tafferuglio di notizie e contro-notizie. Un amico mi confidava che alla fine, anche per via di una situazione contabile complessa, non se ne fará nulla.. Tutto rimarrebbe in mano alla solita proprietá, ma..a questo punto manca tutto e di piú: e la squadra? Soltanto lui sa Come in effetti andrá a finire, personalmente non credo che ilmGrosseto possa tramontare, ma oggi é solo un mio pensiero. Un caro abbraccio

    • Ciao, Doc’55.
      Posso dirti con certezza che tante decisioni che prende Camilli non le conoscono neppure i suoi più stretti collaboratori. Sai bene che spesso l’ex-presidente ascolta più persone, ma poi decide tutto da solo. Ieri mattina, ad esempio, uno dei collaboratori di Camilli ha scambiato un sms con un soggetto ricollegabile alla vendita e ha commentato dicendo che il passaggio poteva dirsi concluso positivamente per tutti. Poco dopo, invece, lo stop.

    • Ciao Doc, piacere di sentirti. Tu sei piu dentro di me nelle sacre cose della Tuscia e ti ascolto sempre molto volentieri.
      Speriamo nel sereno invariabile.

  • Scusate, tanto per avere una situazione un po’ più chiara, e mi rivolgo in particolar modo a Fabio e Yuri che hanno seguito questa vicenda più da vicino, ma davvero è saltato tutto? Davvero ci toccherà ripartire dai dilettanti? Se potete, chiariteci meglio la situazione, grazie.

    • Antonio,
      ti rispondo volentieri. Non è saltato proprio niente. Il motivo del contendere è facilmente superabile, basta che ci sia la volontà di venirsi incontro.

      • Infatti; non riuscivo a capacitarmi di un paio di cose: 1) credo che essendoci un accordo con il Parma (confermato anche dalla città Ducale) e che si dicevano convicti del buon esito dell’operazione, non ritenevo queste persone delle sprovvedute e che non avessero visto o valutato l’entità dei debiti prima di concludere l’operazione. Non so se è successo qualcosa all’improvviso, ma la base sulla quale intavolare tutta l’operazione doveva essere ben nota. In conseguenza 2) non credo neanche che il tutto sia nato da semplici “voci” messe a giro ad arte, sia per la serietà dei vs. informatori, ma soprattutto con la vostra serietà che non avreste mai messo in giro notizie non verificate al 100%. Se poi mi dici che l’ostacolo è superabile con la volontà delle parti… beh, aspettiamo fiduciosi che i lavori in corso possono portarci delle liete notizie.

        • Antonio,
          per l’esattezza, conosco anche la cifra del contendere ed è proprio per questo che ti dico che lo stallo è superabile.

  • Ascolto l’articolo di Vellutini a tv9 e finisce che non esclude un pagamento di Camilli della fideiussione con ritorno in città come salvatore della patria. Salvatore della patria? Verrebbe accolto così? Io non credo. Il popolo biancorosso ormai non ne può più. Vada come vada, ci rialzeremo in un modo o nell’altro.

  • io elimino il tutti ma la sostanza non cambia. se la città si fosse mosse prima forse non sarebbe successo tutto questo ma in nome di questa cazzo di riconoscenza siamo stati fermi come statue di sale. Ora stiamo in silenzio e aspettiamo la voce del padrone.

  • Sarebbe sicuramente un dramma sportivo, senza esagerare perché i drammi nella vita sono ben altri, ma i segnali in questi anni ci sono stati e solo il nostro amore non ci ha permesso di vederli, basti pensare a tutte le estati piene di dubbi, alle presentazioni della squadra saltate all’improvviso e al fatto che in 14 anni nessun ragazzo della nostra provincia si sia mai messo a sedere in panchina della prima squadra. Però nello stesso momento credevo che qualche imprenditore locale si facesse avanti, credevo che la cordata sonnini ci fosse, che la banchina fosse li, che il comune prendesse in mano la situazione ecc.
    Spero ancora che tutto si metta nel verso giusto, ma sicuramente il giocattolo si è rotto, e non sarà più come prima sotto la giuda Camilli.
    Forza Grosseto

    • Il giocattolo lo ha fatto e disfatto Camilli, a suo piacimento. Non continuiamo a dare le colpe ad altri che non le hanno o se le hanno sono veramente minime

  • Ieri sera al telegiornale te Carlo Vellutini hai indicato Camilli come salvatore della patria.
    Il salvatore della patria e’ quello che mette le cose apposto, perche’ trova una situazione incasinata.
    Questo signore il CASINO LO HA FATTO LUI. Casomai uno deve dire “prova a rimpeciottare una situazione dove a questo punto ha contro tutta la citta’.
    Se ci vendeva l’anno SCORSO a quello della Luchhese a quest’ora non ci s’aveva piu’ Camilli di mezzo, ma per svuotare il Grosseto l’anno scorso ancora non aveva finito.
    Ha fatto solo i suoi interessi.
    Scusate mi dite una cosa? Ma i palloni , le casacchine allo stadio chi se le e’ prese?

  • so, non so, si sa ma non si può dire, forse ci siamo o forse no, è chiusa la trattativa, no è saltato tutto, il pugliese, il romano, il parmense, i libri contabili, i debiti sono questi, no sono quest’altri …..e prima era il 30 giugno, poi l’11 luglio, ora il 15…..ma insomma questo benedetto terzo segreto di Fatima quando hanno intenzione di svelarlo? Ormai si sta cadendo nel ridicolo! Già sono 3 anni che si fa ridere l’italia, basta via! Ci avete ufficialmente rotto i coxxioni

  • tutta questa tiritera ha un solo scopo:ci stà prendendo per i fondelli per farci inc….. tanto lui sa che non venderà a nessuno.

  • meno che i palloni si sono portati via tutto,dall’abbigliamento per gli allenamenti alle porte movibili del campo di allenamento e tutto cio che restava dei medicinali,i palloni si sono salvati perchè non ci sono più.il tutto ha preso la strada per viterbo.

  • E scuate cosa se ne farebbe del vestiario da allenamento del grosseto la viterbese castrense o come si chiama che ci vuole piu a dirlo che a giocare la partita

  • Non è vero che nessuno vuole il grosseto. Ma non esistono persone capaci e disponibili disposti a farsi prendere per il culo da una persona che ha un comportamento troppo ambiguo g
























Il CalcioMercato di Gs










%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: