Calcio Prima Categoria

Girone D: il punto dopo la 7° giornata

Nella foto il tecnico dell'Alta Maremma, Antonio Ruggeri, quando allenava il Caldana

MAREMMANE, DOMENICA NERISSIMA Nelle ultime settimane, a parte qualche exploit del Monterotondo, le maremmane del gruppo D no stavano impressionando, ma con la settima giornata si è toccato probabilmente il punto più basso: tutte e quattro, infatti, sono state sconfitte. Le uniche a uscire con qualche minima attenuante sono il Caldana e il Monterotondo: la truppa di Ruggeri, dopo un inizio di gara da incubo, è riuscita a rimontare la capolista Donoratico grazie a Paumgharden, per poi venire però risuperata. La reazione dei biancocelesti è stata però di rilievo, vista anche la doppia inferiorità numerica patita nella ripresa che non ha fiaccato il Caldana nemmeno nei minuti finali. Il Monterotondo viene battuto a domicilio dal Castiglioncello in quello che era un probante scontro playoff, ma i rossoverdi hanno sbattuto contro le traverse colpite da Monterisi e un portiere ospite in stato di grazia. Le tre sconfitte però subite in quattro gare casalinghe devono però far riflettere.

Un’altra domenica molto amara, invece, per Alta Maremma e Follonica. I gialloneri, dopo un inizio di stagione promettente, si sono come involuti nelle ultime giornate: mister Papini non ha avuto mai a disposizione l’intera rosa causa infortuni e squalifiche, ma ora comunque la classifica inizia a prendere contorni davvero preoccupanti. Per il Follonica, invece, dati i molti giovani in rosa, si poteva anche prevedere un campionato difficile e la salvezza del team di Silvestro non passa certamente da gare come quella con lo Sporting Cecina, ma il confronto di ieri in terra livornese è stato alquanto impietoso.

Davide Sbrolli

Pubblicista, responsabile della Prima Categoria. Ha lavorato anche per il Corriere di Maremma.

Aggiungi commento

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *
























Il CalcioMercato di Gs