Gavorrano Calcio Lega Pro Unica Primo piano

Gavorrano settimo Ko, l’Arzachena vince 4-1

Brega al tiro

GAVORRANO-ARZACHENA 1-4

GAVORRANO: Mazzini, Matteo (24’ st Papini), Ropolo, Bruni (15’ Tissone), Brega, Lombardi (24’ st Moscati), Mosti (6’ st Malotti), Salvadori, Conti, Finazzi (24’ st Cretella), Gemignani. A disposizione: Salvalaggio, Cretella, Zaccaria, Moscati, Malotti, Borghini, Bianchi, Tissone, Mugelli, Papini. All. Favarin.

ARZACHENA: Cancelli, La Rosa, Piroli, Nuvoli, Vano (24’ st Sanna), Curcio, Peana (24’ st Russu), Casini, Bertoli (39’ st Maestrelli), Arbolea, Taufer Melkamu (18’ st Sbardella). A disposizione: Ruzzittu, Maestrelli, Sanna, Sbardella, Lisai, Esposito, Russu. All. Giorico.

ARBITRO: Marini di Trieste (Badoer, Tribelli)

RETI: 11’ e 46’ Vano, 18’ Brega, 27’ Melkamu, 15’ st Curcio.

NOTE: spettatori 153 (55 abbonati) per un incasso totale di 938,87 euro; ammoniti Casini e Nuvoli; angoli 5-2 per il Gavorrano; recupero 2’, 0’ st.

GROSSETO – Altro tonfo del Gavorrano superato 4-1 allo Zecchini. Per l’esordio sulla panchina dei minerari mister Favarin sceglie di cambiare tre uomini rispetto alla gara infrasettimanale e scegli il 3-5-2. Per cambiare marcia sarebbe però servita la bacchetta magica per evitare la settima sconfitta in altrettante partite.

L’Arzachena vince senza patemi nonstante la buona volontà messa in campo dai rossoblù. Al 7’ Ropolo per Brega, al 10’ Brega per Lombardi creano due palle gol per i padroni di casa ce vengono sprecate. Poi al 11’c’è il grave errore di Conti che in fase di possesso palla con un retropassaggio manda il centravanti avversario verso la propria porta, Michele Vano batte l’esordiente Mazzini in uscita con un rasoterra. Si riscatta il Gavorrano al 18’: palla di Finazzi che serve l’assist a Brega, il centravanti scarica in diagonale sul palo lungo il gol dell’uno a uno. Ma è una illusione, gli ospiti passeggiano fra i disastri della retroguardia maremmana: il 2-1 arriva al 27′ quando Arboleda vince un contrasto sulla palla in area, affronta Mazzini e serve al centro Melkamu che all’altezza del dischetto corregge in rete vantaggio dell’Arzachena. Al 46’ il tris da calcio d’angolo: stacca Vano che prolunga sul palo lungo e infila alla sinistra di Mazzini.

Nella ripresa gli ospiti passano ancora al quarto d’ora con l’azione in contropiede di Curcio, che scatta dal dischetto del centrocampo poi dal limite batte di sinistro Mazzini con un tiro in corsa che si infila sul palo sinistro. La gara si spegne con la girandola dei cambi, per mister Favarin si preannuncia un duro lavoro per raddrizzare la stagione dei minerari.

Fabio Lubrani

Giornalista Pubblicista. Per Grossetosport si occupa di Grosseto, Gavorrano e C5 Atlante. Ha scritto per il quotidiano Corriere di Maremma e collaborato con TMW, Calciomercato.com, Calciopiù, Radio RBC, Vivigrosseto.

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • giocare con 153 paganti fa solo che sorridere.mettersi ad un tavolo e discutere con il grosseto calcio non va bene vero

    • Hai ragione! Ridicolo! Nel derby delle miniere Caldana-Gavorrano c’era più gente! Una squadra senza identità! Nessuno della zona in rosa…e poi davvero…fare un ragionamento a suo tempo con il Grosseto…






















%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: