Calcio Eccellenza

Eccellenza: Albinia aspetta il Seravezza capolista

Nella foto lo storico capitano dell'Albinia Sgherri

ALBINIA. Scende in Maremma la capolista Seravezza per sfidare l’Albinia. I rossoblu maremmani sono reduci da tre pareggi e sul proprio campo vogliono tornare a conquistare quel bottino pieno che manca dall’ormai lontana partita con il Marina La Portuale disputata il 20 settembre scorso.

Il rientro di Mecarozzi rappresenta una buona boccata di ossigeno per mister Tommasi che, però, è costretto ancora a fare a meno di Russo e Rosati e guarda al Seravezza con grande rispetto. L’undici lucchese ha disputato un buon precampionato e sta confermando in queste prime giornate tutto il suo valore.

Il Seravezza è squadra solida ed è in vetta insieme al Camaiore con pieno merito, ben supportata dai gol di Gori attualmente vicecapocannoniere del girone a quota cinque. La squadra versiliese sarà una delle contendenti al titolo ed appare come un team decisamente completo in ogni reparto. Non ingannino le sette reti subite: quattro sono arrivate in un colpo solo contro la Cuoiopelli quando mancavano molti titolari.

L’Albinia non scenderà in campo a capo chino e, pur rispettando l’avversario, giocherà la sua partita senza paura e desiderosa di compiere la non facile impresa di superare la quotata rivale. Nieto e compagni davanti al proprio pubblico non vogliono fallire e proprio il fattore campo potrebbe rappresentare l’arma in più per i rossoblu.

C’è fiducia in riva all’Albegna e tradizionalmente il Combi è sempre stato un fortino su cui la squadra maremmana ha costruito le proprie imprese. La vittoria alla squadra di Tommasi manca da un mese e adesso più che mai lo stadio albiniese deve tornare ad essere una rocca inespugnabile anche se il Seravezza ce la metterà tutta per tornare a casa con il sorriso sulle labbra.

Giulio De Paola

Aggiungi commento

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *