Terza Categoria

Caos Terza categoria: c’è l’ipotesi elbane per alcuni team di Grosseto

La settimana che va ad aprirsi sarà cruciale per le sorti della prossima stagione di Terza categoria. Sembra infatti che la lunga attesa da parte del Comitato Figc di Grosseto per rendere note le squadre iscritte ed i conseguenti gironi sia dovuta ad un’ipotesi che potrebbe far scattare diverse polemiche. Non è infatti da escludere che diverse formazioni della provincia di Grosseto siano inserite in un girone livornese con ben 5 team dell’isola d’Elba.

La notizia è fresca, visto come le iscrizioni alla Terza sono terminate il 20 agosto, e non farà piacere alle squadre del nord della provincia. Al comitato Figc di Livorno infatti sono pervenute solo 7 domande di iscrizione alla Terza categoria, di cui 5 da parte di squadre dell’isola d’Elba. L’ipotesi che è stata presa in considerazione è quindi quella di dirottare un bel numero di maremmane  (da 5 a 7 squadre) nel girone elbano-livornese, con la Terza categoria di Grosseto che verrebbe drasticamente diminuire le partecipanti. A rischio sono quindi Scarlino, Valpiana-Massa, Massetana, Punta Ala, Castiglione, Roccastrada, ma anche Sticciano e Braccagni.

La Figc di Grosseto per questo sta prendendo tempo, conscia delle proteste che si verificherebbero da parte delle squadre che verrebbero inserite nel livornese. Cinque trasferte all’Elba infatti sono un salasso troppo elevato per le società di Terza categoria.

La decisione definitiva sui gironi si dovrebbe avere venerdì prossimo.

Andrea Capitani

Responsabile Terza categoria e Altri sport

Email: a.capitani@hotmail.it

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Notizia veramente brutta per le 5-6-7 squadre.. sarà una spesa economica maggiore, per non pensare alla difficoltà di andare 5 volte all’elba con tutte le sue problematiche che comporta!! era bello se veniva formato un girone tutto pieno delle grossetane, ma le livornesi sempre a creare problemi! un grosso in bocca al lupo alle società!

  • Quindi Grosseto dirotta 5/6/7 squadre a Livorno, rovinando il campionato a queste società e rovinando tutti e 2 i ”gironi” che diventerebbero uno da 11 e uno da 12……….. boh?

  • Io non capisco il senso di queste cose, ci sono sempre meno squadre perché non ci sono più soldi, noi facciamo già i salti mortali per pagare l’iscrizione e mantenere al seggiolone questi geni della federazione, ci paghiamo le visite mediche, i palloni, le borse e tutto il resto. Riusciamo a raccogliere poche centinaia di euro da qualche piccolo sponsor locale e dagli spettatori, in maggioranza amici, parenti e genitori che vengono a vedere la partite, ovviamente giochiamo tutti senza prendere un euro, anzi ci rimettiamo pure i soldi della benzina. Mi dovrebbero spiegare come sia possibile per società come la nostra sostenere 5 viaggi all’Elba, quest’anno poteva essere un bel campionato, un girone tutto grossetano a 16 squadre, un campionato lungo e probabilmente avvincente, vista la presenza di alcune formazioni davvero interessanti e invece stanno cercando di rovinare tutto e rovinare piccole società come la nostra… Ancora una volta complimenti alla FIGC, ma dopo tutto il casino del caso Tavecchio, i politici che ci governano, è inutile fa, siamo in Italia e bisogna farcene una ragione, ci s’ha quello che ci si merita, l’unica soluzione sarebbe il buon vecchio legno e mandare a casa i vecchi che governano questo calcio malato…

    • Attendiamo fiduciosi i risvolti in settimana. Non è detto che vada a finire in quel modo.

      • comprensibili le lamentele di chi rischia l’elba, però non sarebbe nemmeno sostenibile un giorne a 16 che implicherebbe ben 30 partite più eventuali playoff. una terza non può iniziare a settembre e finire a giugno.

          • allora sti geni della federazione ci potevano pensa prima invece di aspetta sempre l’ultimo momento…meglio fa 2 gironi grossetani con le squadre dell’elba….

  • A questo punto fare pronostici mi sembra addirittura assurdo.
    Si è detto tutto e il contrario di tutto.
    All’inizio il problema era che erano ” troppe” grossetane, anche se questo sta a significare come in maremma ci sia la volontà di fare calcio e programmare.
    Ora che lo scenario è cambiato in virtù del fatto che alcune squadre devono far quadrare i conti e sono rimaste 16 squadre grossetane a fare lo “sforzo” di iscriversi ad un campionato di terza categoria, viene chiesto, o per lo meno si ipotizza di doversi ulteriormente sacrificare per “sistemare” situazioni che logisticamente e geograficamente sono lontanissime.
    Una soluzione di questo genere sfiora l’assurdo e la mia paura è che mini fondamentalmente e in maniera violenta la volontà e soprattutto la possibilità per tante società (per non dire tutte) di proseguire ad investire in progetti che dovrebbero creare entusiasmo e aggregazione, ma che sembra solo che crei delle problematiche.
    Detto questo faccio un GROSSO in bocca al lupo a tutte le società grossetane.
    Credo proprio che ne abbiano bisogno….
























Il CalcioMercato di Gs










%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: