Calcio Grosseto Calcio Interviste Grosseto Notizie Grosseto Calcio

Camilli a Canale 50: “Nessun futuro a Grosseto. Riporteremo in B la Viterbese”

Si avvicina il derby col Pisa e torna a far parlare di sé Piero Camilli, contattato telefonicamente dall’emittente televisiva pisana Canale 50 nel corso della trasmissione Il Neroazzurro. Vi riproponiamo alcuni passaggi delle dichiarazioni rilasciate dall’imprenditore castrense durante il predetto intervento, riprendendole integralmente da Tuttopisa.it. Lasciamo a voi ogni giudizio, ma ci permettiamo solamente di evidenziare che la Viterbese non è mai stata in Serie B, pertanto, non sarà “riportata” in cadetteria come affermato da Camilli, ma, al massimo, “portata”.

<<Sarà la prima volta che affronterò il Pisa da avversario dopo esserne stato socio. Sono rimasto molto legato al Pisa che continuo a seguire, ero anche a Perugia per i play-off. So cosa vuol dire perderli ma io l’anno dopo vinsi il campionato. Auguro la stessa sorte al Pisa. A Grosseto mi sono defilato, l’ho iscritto provando a regalarlo ma gente seria non ne è arrivata. A fine anno chiudo davvero. La mia esperienza a Pisa tutto sommato è stata positiva, anche io ho contribuito a riportarlo in Prima Divisione>>. Poi, Camilli parla della situazione attuale della formazione maremmana: <<Il Grosseto ha meno punti di quelli che vale. L’organico è importante, fuori casa va meglio. In casa perdiamo da scemi. Io comunque vado poco alla partita, e la mia presenza conta. Non ho visto nemmeno una partita quest’anno e non sarò neanche a Pisa. Non voglio più avere a che fare con questo mondo di merda – dice letteralmente Camilli – farò causa a chi ha venduto le partite per il caso scommesse. Il Grosseto lo hanno ammazzato, come fecero con il Pisa nel 2009. Anche i miei figli non avranno futuro a Grosseto, abbiamo preso la Viterbese e in qualche anno la riporteremo in Serie B. Con Cuoghi ho un buon rapporto, lo chiamai io a Pisa l’anno che vincemmo la D>>. Un commento sul campionato: <<Il livello della terza serie mi sembra più basso. Squadre importanti come Perugia e Lecce hanno deluso. Il Pisa con l’ambiente che ha se a gennaio interviene in maniera mirata può vincere il campionato>>. Una battuta sul rapporto con il suo ex socio: <<I rapporti con Carlo Battini sono cordiali. Come con le persone con cui collaborai, dal sindaco di Pisa Marco Filippeschi a Cesare Cava, una persona eccezionale. Battini è una persona precisa e per bene, ma fare il presidente oggi è davvero difficile>>.

mm

Yuri Galgani

Giornalista pubblicista, è appassionato di calcio e statistiche sportive. Vanta esperienze e collaborazioni col Guerin Sportivo (al tempo diretto da Marino Bartoletti), Telemaremma, Tv9, Calciotoscano.it, Biancorossi.it, Vivigrossetosport.it, Tuttob.com e Pianetab.com. Si è occupato principalmente di Serie B e di Lega Pro e dalla passata stagione segue la Serie D. È co-autore del libro Cento passi nella storia, scritto in occasione dei 100 anni dell’Us Grosseto. Da novembre 2014 è il vice-direttore di Grosseto Sport.

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    • Giusto, ora basta! E’ sempre a rimbrottare noi grossetani.
      Camilli, hai fatto tanto, tantissimo per il Grosseto, ma se vuoi portare la Viterbese in B, vai e divertiti. Noi ci arrangeremo come abbiamo fatto per tanti anni. In questo momento ci sono cose più importanti.

  • Regalone è morto e Donato sta poco bene! Porti le chiavi al Sindaco! A proposito di mondo di M….. a chi si riferisce? Non certo al mondo del calcio visto che ha preso la Viterbese e la vuole portare in serie B

  • Scusa se mi permetto (visto che non ti si può dire niente senza essere rimbrottati), ma questo articolo contraddice molto quello che dici (e hai saputo…) riguardo al rafforzamento della squadra che sembrerebbe perlomeno incoerente con ciò che dice il Kommandant.

    • Solstice,
      leggi il post di Ale.
      In ogni caso, non è la prima volta (né sarà l’ultima) che Camilli fa dichiarazioni incoerenti. E’ il gioco delle parti.

  • E questo ci da la conferma che non arriverá nessun attacante,questo non vuole spendere più un centesimo,capace a gennaio si porta a Viterbo mezza squadra..

  • Finalmente siamo arrivati a dama! E mi sembra anche di capì che alcuni dei più affezionati al “comandante” incominciano a sentì un pò di bruciore…

  • Ho ascoltato in diretta l’intervista di Camilli; è vero, ha detto quanto riportato nell’articolo, ma ha anche affermato che al grosseto manca qualcosa davanti e che nel mercato di gennaio davanti sembra intenzionato a fare qualche movimento in entrate. Diciamole tutte le cose e non solo in parte! Questo non per difendere il presidente ma per una completezza di informazione.

    • Ale,
      non avendo visto l’intervista, ho riportato INTEGRALMENTE quanto scritto su Tuttopisa.it e l’ho anche dichiarato. Se Camilli ha aggiunto altro, come quello che hai scritto, sono contento, significa che quanto mi hanno riferito è vero. 🙂 😉

  • Piero, siamo sempre vicino a te, qualunque decisione tu prenda.

    P.S. Mezzolitro, vieni a vedere le partite e poi commenta. Non parlare solo per sentito dire!

    • Io non ho certo commentato una partita, ma l’ennesima boutade del “Comandante”, niente di che.

  • Se mi posso permettere, io dico che chi oggi critica Camilli è come la storia della volpe e l’uva.Lui è stato chiamato a rispondere a delle domande e non mi sembra che abbia offeso nessuno.Vi accorgerete l’anno prossimo che significa la perdita del Comandante.

    • Ripeto la domanda che ho postato sopra: a quale mondo di m….. si riferisce? A quello del calcio? Non credo:ha acquistato la viterbese e va a vedere le partite (e questa non è una critica in quanto è libero di fare quel che vuole )

  • Cosa vuol dire,viterbino,”vi accorgerete che significa la perdita del comandante”.Ti ricordo che qui,nessuno l’ha mandato via.Anzi,lo manderà via,perchè ancora è qui.E’,sarà una sua libera,e legittima scelta.
    Ti rammento solo un aneddoto.Alla fine dell’ultima partita di B col Bari,tutti i presenti allo stadio hanno gridato Piero,Piero,benchè fossimo retrocessi ormai da molti mesi,mentre quelli del Bari,salvi con una penalizzazione di 7 pp contestavano il presidente Matarrese.

    Questa è Grosseto! Capisce e accetta una retrocessione dalla B della sua squadra,senza drammi e violenze. Camilli queste cose le sa! Forse le medita ancora…….Saluti!

  • sono maremmano,abito in grosseto…grande piero! purtroppo lo sapevamo che doveva finire,pazienza… speriamo venga una persona seria,capace e con possibilità x il mio ed il nostro grifone! dimenticavo presidente: speriamo tu possa guadagnare con la viterbese come hai fatto con il grifone in questi anni,e non dire di no,perchè un’azienda se va male la chiudi subito,non dopo 11 anni. dimenticavo, ci divertiremo anche senza di te come abbiamo sempre fatto,siamo maremmani,promozione o serie b ci siamo sempre divertiti….divertiti tu ora?

  • Credo che Camilli dichiari una cosa e ne faccia poi un’altra.
    Vorrei fare delle domande per fare un ragionamento tutti insieme a voce alta:
    1) Se a Camilli non fregava niente del Grosseto perché ha cambiato allenatore?
    2) Perché non ha fatto una squadra solo di ragazzini solo per prendere i contributi della Lega?
    3) Perché lasciare una società che di fatto se resta in Lega Pro si mantiene e produce un utile che varia dai 200 ai 300 mila euro annue?
    4) Quante volte ha detto di lasciare e poi non lo ha fatto?
    5) L’unica cosa che credo al momento possa soffrire è la totale indifferenza del popolo biancorosso che andrà allo “Zecchini” con o senza Camilli in qualsiasi categoria. Magari mancherà qualcuno che è comparso solo in Lega Pro e non è disposto a calcare i fatidici campi “fantozziani” tipo Cenaia.

    • Tutte domande giuste e condivisibili ma le relative risposte le può dare solo Camilli per fare chiarezza ( l’unica affermazione chiara è che alla fine dell’anno lascia ). Noi possiamo fare solo ipotesi che non hanno alcun valore dal momento che come dici ” dichiara una cosa e ne fa poi un’altra”

  • Non vorrei deludere nessuno,ma Camili e soprattutto i suoi figli hanno più volte dichiarato allee varie testate giornalistiche di Viterbo che a fine anno mollano tutto.






















%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: