Calcio Terza Categoria

“Calcio follonichese: per pochi non per tutti. La gestione della Uisp fa acqua da tutte le parti, come centrodestra facciamo il riepilogo di quattro mesi di mala gestione”

Il campo di calcio del "Capannino" di Follonica
Follonica. Riceviamo e pubblichiamo integrlamente il comunicato arrivato in redazione dal gruppo di opposizione del Comune di Follonica.
Ci troviamo quasi in difficoltà a fare le pulci sullo sport del golfo, ma come consiglieri di opposizione non possiamo far altro, spinti dalla sola volontà di far giocare nel miglior modo possibile i piccoli follonichesi.

Come primo punto, contestiamo alla Uisp la mala gestione delle illuminazioni il più delle volte insufficienti. Esempio lampante di questa nostra polemica è la quasi sconfitta a tavolino della squadra del Senzuno che nel corso di una partita si è vista abbuiare il campo a causa di un pezzo difettoso che ancora oggi non è stato cambiato, creando oltre tutto un vertiginoso calo nel fattore sicurezza dell’impianto.

Oltre a ciò ci par giusto affermare che per noi consiglieri è vergognoso come il Bar degli impianti sia stato chiuso perché se è vero che lo sport aiuta a coadiuvare e far crescere i piccoli follonichesi è altrettanto vero che il bar aiuta nelle relazioni sociali di grandi e piccini e soprattutto rifocilla i giocatori dopo intensi allenamenti.

Per non parlare del penoso taglio dell’erba che avviene una volta ogni due mesi, lasciando l’impianto sportivo nella più totale incuria. Incuria dovuta anche alla mancanza di un controllo serio, così da rendere i campi completamente incustoditi.

Ci piacerebbe anche sapere chi effettua la manutenzione ordinaria, visto che nel cercare una risposta a questa nostra domanda sembra di infilare in un labirinto che non porta risposte.

A questo punto ci sono delle domande che divengono ancor più centrali e alle quali noi consiglieri esigiamo una risposta chiara: per quali motivazioni il bando di gestione tarda ad arrivare? Sono passati oramai più di 5 mesi, siamo passati da un affidamento diretto, al limite della soglia imposta da legge, ad una proroga ( di dubbio gusto), ma del bando ancora non sappiamo niente.

Infine richiediamo un sopralluogo urgente agli impianti sportivi assieme agli organi competenti, così da visionare la situazione in cui versano i campi e la struttura in generale.

Sandro Marrini

Agostino Ottaviani

Filippo Asta

Daniele Pizzichi

Redazione

1 Comment

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • la gestione che c’era prima della uisp erano bravi amministratori oppure no.vorrei che cdx lo chiarisse una volta per tutte
































%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: