Altri Sport Baseball

Baseball: è il giorno dell’incontro in Comune

Per il baseball grossetano è giunto il momento di pensare in maniera concreta al proprio futuro. Nella giornata di oggi si incontreranno presso il palazzo municipale l’assessore allo sport e vicesindaco Paolo Borghi, l’ex presidente del Bbc Claudio Banchi, il presidente del Bsc Grosseto Massimo Ceciarini, il presidente del Mastiff Danilo Biagioli ed il presidente del Grosseto Baseball Mario Mazzei.

L’intenzione del vicesindaco è quella di mediare tra le varie posizioni e creare un unico sodalizio forte che possa rilanciare il batti e corri in città dopo alcune stagioni fatte di contrapposizioni e pochi risultati sul piano sportivo, almeno nella massima serie perché nelle categorie inferiori i successi arrivano ed il Junior continua a raccogliere premi a livello giovanile.

Il Bsc Grosseto ha già chiesto alla Fibs di poter disputare il prossimo campionato di IBL e sembra intenzionato a fare da “guida” in questo progetto voluto da Borghi senza che ci sia bisogno di creare una ulteriore nuova società; il Mastiff, dal canto suo, ribadisce che bisogna marciare compatti in un unica direzione, ma se non dovesse scaturire un progetto convincente la società sarebbe pronta a disputare comunque la IBL. In tal caso, si profilerebbe un derby tra mastini ed il nuovo Grosseto, uno scenario inedito o quasi.

Anche il presidente del Grosseto Baseball è chiaro nel ribadire che finora si sono sentite troppe chiacchiere e pochi fatti concreti, ma secondo Mazzei è giunto il momento di lavorare uniti e compatti per l’obiettivo comune.

Infine Claudio Banchi, ex storico presidente del Bbc Grosseto, porterà sul tavolo la propria disponibilità a dare una mano per coinvolgere nuove persone e nuove risorse che possano dare un valido contributo alla causa del batti e corri cittadino.

La carne al fuoco è molta, ma il fatto che i vari dirigenti coinvolti nell’operazione sembrano intenzionati a seppellire anni di rapporti personali difficili e ripicche appare già un passo in avanti. L’operazione non sarà semplice, ma camminare in un’unica direzione comune può essere la strada giusta per ricostruire quello che ormai rischia di diventare un cumulo di macerie.

In Maremma c’è fame di baseball, però queste ultime stagioni stanno scoraggiando anche il più caldo degli appassionati: la speranza è che, finalmente, si riesca a comprendere che con il “tutti contro tutti” non si fa troppa strada.
Il baseball è la giusta metafora della vita: in alcuni momenti si è soli davanti all’avversario, sembra quasi uno sport individuale, ma la squadra è presente e fondamentale in ogni fase di gioco. Non è un caso se i campionati si vincono in difesa, quando cioè tutta la squadra è schierata in campo e si ha la percezione tangibile di “sport di squadra”. Fare squadra, quello che è mancato in questi anni, quello che è stato soffocato nel nome di rivalità che hanno fatto soltanto male ai colori biancorossi.