Grosseto Calcio Notizie Grosseto Calcio Primo piano

Arzachena-Grosseto 4-0. Corea biancorossa in Sardegna. Salterà qualche testa?

Arzachena-Grosseto 4 a 0. Fase di gioco. Foto gentile concessione della signora Alessandra Peppetti - www.grossetosport.com

ARZACHENA (4-4-2) Ruzittu, Petrone, Atzei, Bonacquisti (cap.), Brace, Boi, Castaldi, Manzini, Sanna (77′, Fideli), Branicki, Oggiano A disposizione Sordi, Rossi, Dedola, Spina, Galli Angeli, Cavallaro, La Rosa, Mulas Allenatore Mauro Giorico

GROSSETO (3-5-2) Lanzano; Daleno (61‘, Di Gennaro), Baylon, Maciucca; Libutti (75′, De Masi), Platone, Olivieri, Lavopa (77′, Cremonini); Palumbo (cap.), Murano A disposizione Čeleski, Ciolli, Lauria, Migliaccio, Nappello, Schettino Allenatore Domenico Giacomarro

Direttore di gara: Paolo Bitonti di Bologna

Assistenti: Enrico Tirico e Ilaria Melchiorri di Modena

Reti: 13′ Oggiano (A), 59′ Sanna (A), 69′ Oggiano (A), 76′ Sanna (A)

Ammoniti: 32′ Manzini (A), 37′ Bonacquisti (A), 52′ Lavopa

Espulsi:

Corner: 1-2 

Recupero: 1′ nel primo tempo e 3′ nel secondo.

Note: Arzachena in maglia gialla con inserti neri, Grosseto con maglia a righe verticali biancorosse e manica destra totalmente bianca. Presenti 300 spettatori, dei quali circa 20 da Grosseto. Indetta la “Giornata biancoverde”. Giornata parzialmente soleggiata, ma con vento abbastanza sostenuto. Terreno in buone condizioni.

Arzachena. Un Grifone brutto, bruttissimo, il peggiore della stagione, è crollato ad Arzachena contro la prima in classifica venendo travolto per 4 a 0. La disfatta è iniziata da subito, con i biancorossi incapaci di contrastare le giocate profonde dei sardi, già in vantaggio al 13′ con Oggiano, classe ’98. Uno schiaffo che non ha sortito effetti positivi, visto che il Grifone ha continuato a rimanere in balia dei sardi, andati meritatamente al riposo per 1 a 0. In casa maremmana solo un timido risveglio sul finire della prima frazione di gioco. Nella ripresa, invece, le cose sono andate anche peggio, nonostante i biancorossi abbiano provato a rientrare in campo con un piglio diverso. Infatti, al 59′, un errore madornale di Maciucca (fino ad oggi uno dei migliori tra i biancorossi) ha consentito all’esperto Sanna di superare Lanzano da distanza ravvicinata. Poco dopo, poi, esattamente al 69′, Oggiano ha messo a segno la sua doppietta, siglando il 3 a 0 per i sardi. Il giovane attaccante ha sfruttato una vera e propria prateria e ha infila Lanzano. Al 75′, invece, Sanna si è fatto parare un tiro dal portiere maremmano, che si è rifugiato in corner. Sugli sviluppi di tale calcio d’angolo, però, lo stesso Sanna ha fatto secco Lanzano per il 4 a 0 conclusivo. Il Grifone ha addirittura chiuso in dieci, perché si è fatto male Baylon con tutti i cambi già effettuati. Dunque, una sconfitta clamorosa che rischia di ridimensionare i sogni di gloria biancorossi e che mette a nudo la fragilità difensiva di questo Grifone. Attenzione, poi, perché dopo tale rovescio potrebbero esserci cambiamenti nello staff tecnico, dove a rischiare sono vari soggetti, sotto osservazione già da alcune settimane.

Arzachena-Grosseto 4-0. Pincione e Iapaolo in tribuna. La presente foto e quella principale sono una gentile concessione della signora Alessandra Peppetti, che ringraziamo.
Arzachena-Grosseto 4-0. Pincione e Iapaolo in tribuna. La presente foto e quella principale sono una gentile concessione della signora Alessandra Peppetti, che ringraziamo.

 

CRONACA DELLA PARTITA

PRIMO TEMPO

10′ Prolungata fase di studio tra le due squadre.

13′ GOL! Arzachena già in vantaggio con la realizzazione di Oggiano, bravo a sfruttare un rasoterra da Branicki, ad entrare in area e a battere sull’angolo più lontano l’incolpevole Lanzano.

25′ Colpo di testa di Baylon troppo debole. Ruzittu fa sua la sfera.

27′ Corner per il Grosseto conquistato da Lavopa, che si beve un avversario con un tunnel e tira, trovando, però, la deviazione in calcio d’angolo da parte dei Ruzittu.

28′ Conclusione di Branicki. Fuori.

32′ Primo ammonito della partita: Manzini dell’Arzachena.

37′ Altro ammonito, sempre nelle file dell’Azachena: Bonacquisti, il capitano.

38′ Tiro-cross invitante di Murano per Lavopa, che, però, viene anticipato.
45′ Accenno di risveglio del Grosseto, col diagonale di Murano che finisce di poco fuori.

45′ Concesso 1′ di recupero.

45’+1′ Il primo tempo si chiude con l’Arzachena meritatamente in vantaggio. Il Grosseto, invece, non riesce a fare la partita come suo solito.

SECONDO TEMPO

45′ Il secondo tempo è iniziato in ritardo di alcuni minuti per un problema tecnico all’ingresso degli spogliatoi.

52′ Ammonito Lavopa.

56′ Murano va al tiro. Nulla di fatto.

59′ GOL! Raddoppio dell’Arzachena su errore di Maciucca che ha appoggiato corto per per Lanzano, passaggio sul quale si è infilato Sanna, che ha insaccato il 2 a 0.

61′ Esce Daleno, entra Di Gennaro.

69′ GOL! L’Arzachena dilaga. Oggiano si presenta solo a tu per tu con Lanzano e lo batte. Doppietta per il giovanissimo attaccante, classe ’98.

71′ Sventola di Di Gennaro. Ruzzittu manda in corner.

75′ Esce Libutti, entra De Masi.

75′ Sanna si presenta solo davanti a Lanzano e tira. Il portiere si rifugia in corner.

76′ GOL! Sugli sviluppi del calcio d’angolo, Sanna porta a 4 le marcature per l’Arzachena.

77′ Ultimo cambio in casa biancorossa: fuori Lavopa, dentro Cremonini.

81′ Grosseto in dieci uomini per l’infortunio occorso a Baylon con tutte le sostituzione già effettuate da Giacomarro.

90′ Concessi 3′ di recupero.

mm

Yuri Galgani

Giornalista pubblicista, è appassionato di calcio e statistiche sportive. Vanta esperienze e collaborazioni col Guerin Sportivo (al tempo diretto da Marino Bartoletti), Telemaremma, Tv9, Calciotoscano.it, Biancorossi.it, Vivigrossetosport.it, Tuttob.com e Pianetab.com. Si è occupato principalmente di Serie B e di Lega Pro e dalla passata stagione segue la Serie D. È co-autore del libro Cento passi nella storia, scritto in occasione dei 100 anni dell'Us Grosseto. Da novembre 2014 è il vice-direttore di Grosseto Sport.

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Anke alcuni Scriba d penna e video andrebbero sostituiti!……….poca umilta’…….sempre cn il solito mantra ke prenderemo sempre e cmnq i 3 punti………..oltretutto portano pure sfiga. …………l’Omone,intanto, kissa’ qnt gode………!

  • Una giornata stortissima puo’ capitare a tutti. Cerchiamo di stare vicino alla squadra in questo bruttissimo momento per sostenerla immediatamente.Domenicaca prossima allo Zecchini arriva un’ altra squadra di vertice’,l’ Ostiamare, reduce pure essa da un brutto infortunio in casa propria. Sara’ l’occasione per un pronto riscatto e per un rilancio in classifica e nel morale.

  • Lo ribadisco…..siamo la quintultima come reti subite, peggio di noi solo squadre di bassa classifica…..non abbiamo mai vinto o quasi 1-0……e’ impensabile stare in alto con questi numeri….se non abbiamo grandi difensori, allora aiutiamoli e giochiamo con la difesa a 4 caz…! Continuare così’ e’ assurdo mister, almeno proviamoci a cambiare qualcosa !!

  • Se subisci l’enormità di 16 gol in 10 partite (media da retrocessione), e dimostri costantemente di non saper mai gestire un risultato, non si può parlare di “giornata negativa”. La squadra è troppo sbilanciata in avanti, quando l’attacco non è in giornata siamo spacciati; ma il brutto è che anche quando tutto funziona bene là davanti, e segniamo 2 o 3 gol, non siamo mai sicuri di portare a casa la partita!
    Tutto ciò è inaccettabile, ed un tecnico degno di tale nome prende atto e cambia quello che non va, anche a costo di dover accantonare, più o meno temporaneamente, alcune delle sue granitiche convinzioni.

  • Con la rosa che abbiamo stiamo facendo il massimo.. Qualche elemento di esperienza e categoria superiore serviva e non ci voleva tanto a capirlo. Questo se si vuole arrivare primi. Se si vuole arrivare secondi va bene anche così .

  • Voglio augurarmi che questa sia stata solo una giornata storta, decisamente negativa, e che già da domenica prossima torneremo a vincere. Ma 16 reti subite in 10 partite, come ha già sottolineato un altro tifoso, sono davvero troppe per una squadra che vuole puntare in alto. A mio modesto parere ci sono diverse cose da rivedere, un po’ in tutti i reparti, a cominciare dalla difesa. Sono sicuro che Giacomarro, che, fino ad oggi, ha dimostrato di essere un grande allenatore per questa categoria, saprà trovare i giusti rimedi.















Loading…















%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: