Calcio Grosseto Calcio Lega Pro Unica Notizie Grosseto Calcio Primo piano

Ancona-Grosseto 0 a 2. Decidono Pichlmann e Torromino, sempre loro!

Pichlmann esulta dopo un gol di fronte al compagno Torromino

ANCONA (4-2-3-1): Lori; Maini (76’, Tavares), Dierna, Paoli (cap.), Cangi; Sampietro (85’, Pizzi), Di Ceglie; Morbidelli, Cognigni, Parodi (60’, Moretti); Paponi A disposizione Aprea, Di Dio, Gelonese, Arcuri Allenatore Giovanni Cornacchini

GROSSETO (3-4-1-2): Mangiapelo; Burzigotti, Morero, Varricchio; Formiconi (90’+1’, Mariotti), Elez, Verna, Boron (90’+4’, Longo); Pichlmann (cap.); Gambino (62’, Finazzi), Torromino A disposizione Berardi, Ilari, Massimo, Lugo Martinez Allenatore Massimo Silva

Direttore di gara: Luca Massimi di Termoli.

Assistenti: Alberto D’Alberto di Teramo e Antonio Quitadamo di Modena

Reti: 50’ Pichlmann, 90’+3’
 Torromino

Ammoniti: 65’ Di Ceglie (An), 65’ Formiconi, 90’+3’ Torromino

Espulsi:

Corner: 6 a 2 (p.t. 4 a 2).

Recupero: 3’ nel secondo tempo, diventati 4’ con l’ingresso in campo di Formiconi.

Note: Ancona in maglia rossa con bordi bianchi. Grosseto in maglia nera con banda trasversale bianca. Spettatori 1.500 circa. Presenti alcuni tifosi grossetani. Serata fresca. Campo non in perfette condizioni, con fondo pesante.

Ancona. Finalmente! Il Grosseto è tornato alla vittoria espugnando (prima squadra a farlo in questo campionato) il Del Conero di Ancona con le reti di Pichlmann (al 50’) e Torromino (nel recupero conclusivo). Tre punti importantissimi che hanno il merito di portare diversi aspetti positivi. Il primo è che è stata interrotta la serie dei pareggi consecutivi, ben 4, mentre il secondo, è che la serie positiva unionista ora è salita a 6 turni. Il terzo aspetto, però, quello più importante, è che con questo successo la squadra potrebbe aver trovato la definitiva convinzione nei propri mezzi. Infatti, vincere ad Ancona non sarà facile per nessuno e farlo con autorità come ha fatto il Grosseto, anche soffrendo in certi momenti della partita, dà il senso di una squadra che può davvero ambire ai piani alti della classifica. Tuttavia, sarà importante ripetersi fin dal prossimo incontro casalingo col Tuttocuio, una partita che dovrà interrompere il tabù delle mancate vittorie allo Zecchini, un tempo un fortino inviolabile. Comunque, aldilà del successo, è bene che Silva si ricordi che i cambi a disposizione sono tre e che si possono fare anche prima del novantesimo. Questo perché, a parere di chi scrive, un po’ della sofferenza finale degli unionisti è stata frutto dei cambi tardivi del mister grossetano, un atteggiamento che si ripete di frequente. Molto positivo, però, lo spirito di abnegazione della squadra, che ha saputo soffrire con grande maturità nel momento migliore dell’Ancona. Per il futuro, quindi, anche grazie al rinforzo rappresentato da Lugo, saranno le avversarie a doversi preoccupare del Grifone, una formazione pronta a recitare un ruolo da protagonista in campionato.

Lori decisivo In settimana è stato paventato il rischio di non disputare il match tra Ancona e Grosseto a causa delle carenze dell’impianto di illuminazione dello stadio marchigiano, ma ieri, in tutta fretta, si è posto rimedio al problema. Dunque, squadre regolarmente in campo. I padroni di casa, allenati da Cornacchini, si dispongono con un 4-2-3-1, cui risponde l’undici di Silva, schierato col 3-4-1-2. In casa unionista, Elez viene spostato a centrocampo, mentre in difesa parte titolare Varricchio. In avanti, poi, Pichlmann a sostegno di Gambino e Torromino. In panchina, invece, il neo-tesserato Lugo Martinez. La partita mostra fin da subito un Ancona volitivo e propositivo e al 4’ i dorici potrebbero addirittura passare col tiro di controbalzo effettuato da Sampietro, ma Mangiapelo è bravo a deviare la sfera sulla traversa. Il Grosseto, un po’ sorpreso dalla forza d’urto marchigiana, stenta a imbastire azioni efficaci e trova il primo tiro davvero pericoloso solo al 14’, con l’azione personale di Verna, che conclude facendo la barba al secondo palo. Successivamente, il match diventa più equilibrato e si rivede un’azione davvero importante solo al 35’, quando il Grifone, su una ripartenza, va vicino al gol col tiro di Formiconi respinto dal bravo Lori. Al 36’, poi, pronta la replica dei dorici, con la conclusione di Sampietro che passa sulla traversa. Al 37’, invece, è Cognigni a tirare da fuori area, ma Mangiapelo, sempre attento e reattivo, si tuffa e para. Il Grosseto, però, ormai ha preso le redini del gioco e tra il 40’ e il 45’ arriva tre volte al tiro. In particolare, al 42’, su lancio di Morero dalle retrovie, Pichlmann riceve palla in mezzo alla difesa marchigiana e batte a colpo sicuro trovando un’altra respinta decisiva di Lori.

Pichi-Torromino, la ditta del gol Nel secondo tempo, al 50’, i maremmani passano finalmente in vantaggio: Gambino crossa dalla fascia destra, Formiconi prolunga di piede la traiettoria della sfera sulla quale si avventa Pichlmann. L’austriaco batte di prima intenzione e trova il gol del vantaggio. Per l’Ancona, pieno di giovani, è una brutta botta dalla quale non è facile riprendersi. Al 60’, poi, il primo cambio della partita, con Cornacchini che manda in campo Moretti al posto di Parodi. Silva, invece, al 62’, toglie uno stanco (ma positivo) Gambino e lo sostituisce con Finazzi. A beneficiare dei cambi è l’Ancona, che va vicino al pari al 71’ col tiro di Di Ceglie, ma la colpa del ritorno marchigiano è sicuramente del Grosseto, diventato improvvisamente troppo rinunciatario. Non a caso, al 72’ il mister dorico toglie un difensore, Maini e manda in campo la terza punta, Tavares. Per fortuna degli unionisti, i padroni di casa non sono troppo precisi. In ogni caso, all’85’ nell’Ancona entra anche Pizzi, un altro attaccante, al posto di Sampietro. In pratica, i dorici giocano gli ultimi minuti dell’incontro con uno spregiudicatissimo 3-3-1-3. Silva, invece, non si decide ad effettuare altri cambi e la sua squadra ormai è tutta schiacciata sotto la linea della palla. Nel recupero finale, però, Torromino, lanciato da un compagno, si fa una cinquantina di metri palla al piede e, arrivato a tu per tu con Lori, lo trafigge con un rasoterra. Partita chiusa e successo fondamentale.

CRONACA DELLA PARTITA

PRIMO TEMPO

4’ Sampietro tira di controbalzo, ma Mangiapelo si esalta e salva la porta spedendo il pallone sulla traversa.
6’ Tiro di Morbidelli da posizione angolata dall’interno dell’area grossetana. Mangiapelo si inginocchia e para.
14’ Grossa occasione per il Grosseto con Verna, che ruba palla sulla trequarti, avanza e tira di destro. La palla esce, ma passa vicinissima al secondo palo, con Lori fuori causa.
35’ Ripartenza grossetana con Torromino che serve in profondità Formiconi, il quale tira di prima intenzione costringendo Lori alla respinta di pugni.
36’ Conclusione di Sampietro dalla lunga distanza. Palla alta sulla traversa.
37’ Tiro di Cognigni dal limite dell’area grossetana. Mangiapelo si tuffa verso il primo palo e para.
38’ Colpo di testa di Morero sugli sviluppi del primo corner grossetano.
39’ Paponi tenta di sorprendere Mangiapelo dalla lunga distanza. La sfera passa di poco alta sulla traversa.
42’ Il lancio di 40 metri di Morero sorprende la difesa marchigiana e trova pronto Pichlmann, che controlla e tira. Bravo Lori a respingere, impedendo il gol grossetano.
44’ Elez controlla la palla al limite dell’area marchigiana e poi tira. Pessima conclusione.
45’ Rasoterra di Torromino su assist di Gambino. Pallone sul fondo.

SECONDO TEMPO

50’ GOL! Incursione di Gambino sulla fascia destra, cross, deviazione di Formiconi e girata di prima intenzione di Pichlmann. Lori battuto e Grosseto in vantaggio. Per Pichi è la quarta rete in campionato.
63’ Colpo di testa di Burzigotti smorzato da un difensore marchigiano. Lori para senza difficoltà.
65’ Dopo un lungo battibecco, Massimi ammonisce in una volta sola Formiconi per il Grosseto e Di Ceglie per l’Ancona. Gialli meritati.
67’ Cognigni cade in area grossetana, ma non sembra che ci sia fallo.
71’ Ancona vicino al pari: tiro di Di Ceglie fuori di un soffio.
71’ Sugli sviluppi del quinto calcio d’angolo marchigiano, il colpo di testa di Cognigni finisce tra le braccia di Mangiapelo, ben appostato.
81’ Paponi giù in area in un contrasto di gioco. Nulla di fatto e palla tra le braccia di Mangiapelo.
84’ Cognigni, di testa, mette i brividi a Mangiapelo. Palla di poco alta sulla traversa.
90’ Concessi 3’ di recupero finale.
90’+2’ Mischia in area grossetana e alla fine la palla finisce in fallo laterale.
90+3’ GOL! Torromino, in contropiede, fa secco Lori. Partita chiusa.

mm

Yuri Galgani

Giornalista pubblicista, è appassionato di calcio e statistiche sportive. Vanta esperienze e collaborazioni col Guerin Sportivo (al tempo diretto da Marino Bartoletti), Telemaremma, Tv9, Calciotoscano.it, Biancorossi.it, Vivigrossetosport.it, Tuttob.com e Pianetab.com. Si è occupato principalmente di Serie B e di Lega Pro e dalla passata stagione segue la Serie D. È co-autore del libro Cento passi nella storia, scritto in occasione dei 100 anni dell'Us Grosseto. Da novembre 2014 è il vice-direttore di Grosseto Sport.

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Anche se dobbiamo restare con i piedi per terra,questi tre punti tonificano lo spirito dei giocatori.
    Finalmente il team deve rendersi conto che le qualità’ ci sono e stanno uscendo.
    Forse anche Silva sta trovando il bandolo.

  • Meno male che Silva ha detto che il cambio l’aveva chiesto Gambino. Altrimenti l’avrei picchiato. Ha abbassato il baricentro e l Ancora ha potuto avanzare.

  • c’è ancora molto da migliorare sul piano del gioco e della gestione palla…abbiamo sofferto molto contro un modesto ancona che non aveva mai perso in casa (non so come avesse fatto)..noi prendiamoci sti tre punti, meglio così che come sabato col forlì!

  • Il secondo tempo ci siamo abbassati troppo rischiando inutilmente, comunque bene così, vediamo questo nuovo centrocampista ed eventualmente anche Zambrella se rinforzano ulteriormente la squadra. Comincio a crederci, almeno nei playoff.

  • FINALMENTE!!!!!!!!! ed ora proseguire con questo carattere e grinta cercando i 3 punti anche in casa dai raga!!!!!!!!!!!!!

  • Molto bene Verna…..ora vediamo dove mattere Lugo…..non sara’ facile…..

    • Può cambiare modulo.Un 433,o 442 con Gambino a dx e Lugo a sx.Ma ci vuole che rientrino a dare una mano.

      • Modulo o meno, questa squadra deve credere sempre di più in se stessa. Ha le potenzialità per fare male.

    • Verna molto positivo. Secondo me, in questo momento dovrebbe giocare lui al posto di Onescu o Finazzi.

  • Concordo in pieno Yuri! Con un centrocampista che crea gioco e una punta di ricambio x il pich….io non dico niente, perché non capita, ma se capita!! Fino alla fine sempre e solo forza Grifo! Mikele69

  • Io ho visto la partita solo in TV, ma abbassare così tanto il baricentro della squadra dopo il primo gol ( si è giocata larga parte del secondo tempo, quasi solo ad una porta, la nostra) mi è sembrato un chiaro e allarmante segno che chi siede in panchina possa davvero preferire un calcio “cavernicolo”, ai miei occhi del tutto fortunatamente ingiustificato da quello che il Grosseto aveva invece mostrato sul campo, fino a quel momento, nei confronti dell’Ancona.
    Ho paura che, nei riguardi di Silva, abbia ragione davvero il lettore di Ascoli: secondo me un atteggiamento come quello di ieri sera non l’avrebbe messo in atto neanche Nereo Rocco ai tempi del Padova….
    Il Grosseto mi è sembrato, al di là dei dettami della panchina, già una bella squadra , senz’altro destinata a crescere e con delle belle individualità.
























Il CalcioMercato di Gs










%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: