Calcio Promozione

Amorevoli: “A Manciano per vincere”

Nella foto Marco Amorevoli in azione (di W.Scopetoni-maremmapress.it)

Il San Donato in queste settimane ha conquistato i primi due punti consecutivi. Abbiamo rivolto qualche domanda a Marco Amorevoli alla vigilia della importante sfida contro il Manciano.

Per il San Donato è giunto il momento di ripartire dopo un avvio difficile.

<<Avere conquistato i primi due punti stagionali non è cosa da poco. Soprattutto quello ottenuto domenica ha un grande valore per il modo in cui è arrivato visto che abbiamo giocato quasi tutta la partita in dieci dopo l’espulsione di Storai. Si tratta di un punto conquistato con il cuore più che con il gioco, un punto da cui possiamo ripartire. Abbiamo avuto un inizio di stagione complicato ed ora è il momento di dare la svolta dopo due prestazioni positive contro Donoratico e Geotermica. Siamo in ripesa ed è necessario trovare continuità già contro il Manciano, una squadra tosta che gioca un buon calcio allenata da un tecnico esperto come Renaioli.>>

Come arriva la squadra al derby?

<<Siamo carichi e confortati dalla prestazione di domenica scorsa. Spesso in stagione abbiamo avuto la squadra decimata da infortuni e squalifiche, ma contro il Manciano recuperiamo pezzi importanti. Dovrebbero essere della partita Rispoli ed Andrea Negrini, due elementi che ci daranno una mano a trovare la necessaria continuità. Dobbiamo ripartire mettendoci il cuore e la grinta che abbiamo messo contro la Geotermica e sono sicuro che verremo fuori da questa situazione conquistando i punti necessari per raggiungere la salvezza. Siamo tranquilli e sappiamo di dover lavorare. Anche mister Cinelli lo è perché crede nel nostro valore e sa come ci alleniamo in settimana. Con il lavoro i risultati devono arrivare per forza. Il mister ci sta trasmettendo tranquillità con la sua esperienza.>>

Gli infortuni vi hanno condizionato finora.

<<Assolutamente sì. Devo dire che ci abbiamo messo del nostro con quattro espulsioni nelle prime quattro giornate, ma non va sottovalutato l’impatto che hanno avuto gli infortuni nel nostro rendimento. Abbiamo perso i fratelli Negrini, Rispoli, Tamalio ed Agnelli. Sono assenze a cui si può sopperire una domenica, ma che sulla lunga distanza si fanno sentire. Recuperare pezzi è fondamentale. Abbiamo giocato una domenica con Rigutini punta dovendoci adattare, ma adesso contiamo di avere qualche elemento in più a disposizione. Domenica a Manciano andiamo per vincere, non per pareggiare.>>

Come valuti le altre squadre del girone?

<<Roselle, al momento, è la squadra più attrezzata. Nonostante le assenze di giocatori come Raito, Saloni e Franchi riesce a mantenersi competitiva. Non abbiamo visto il Cecina, ma me ne hanno parlato bene e la troveremo tra due domeniche. Penso che Roselle, comunque, sia la più accreditata per la vittoria finale. Le altre mi sembrano più o meno sullo stesso livello e non vedo compagini ammazza-campionato. Probabilmente per il primo posto vedremo un duello tra Roselle e Cecina.>>