Calcio Settore Giovanile

Allievi provinciali: giocatore finisce all’ospedale

Nella foto Claudio Buso (da il Tirreno)

GROSSETO. Episodio non certo piacevole nel campionato allievi provinciali dove un giocatore del Casottomarina è dovuto ricorrere alle cure ospedaliere dopo uno scontro di gioco. Il match vedeva affrontrarsi i padroni di casa del Follonica contro la squadra allenata da Claudio Buso.
Pare che in un primo momento il giocatore fosse uscito dal rettangolo di gioco, leggermente sanguinante dal naso. Il giovane atleta ha poi successivamente perduto i sensi per pochi attimi ed è per questo per precauzione che è stato deciso di effettuare ulteriori controlli per sicurezza.

Naturalmente il giocatore adesso sta benissimo e per fortuna alla fine è stato solo un grande spavento.

mm

Fabio Lombardi

Giornalista pubblicista dal 2010, è uno degli editori/fondatori della testata giornalistica on-line Grossetosport, all'interno della quale ricopre il ruolo di direttore responsabile. E' altresì il responsabile dei campionati di Promozione e Seconda Categoria, nonché un esperto di calciomercato.

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Una cosa vergognosa quella a cui abbiamo assistito stamani. Caccia all’uomo. Uno uscito dopo 10 mn x un colpo da dietro preciso al ginocchio e in osp. x accertamenti. uno uscito e in osp. causa gomitata vicino alla tempia entrambi non sanzionati,uno uscito x tacchettata interno coscia a palla lontana solo ammonito. Domando: ma se in tre incontri hanno collezionato 4 espulzioni x giuoco violento e oltre 10 ammonizioni ci sarà un motivo? Ma nessuno puo intervenire? Qualcuno forse si i mediciìììììììì

    P.S Vorrei ricordare che è un giuoco la guerra fortunatamente è altrove

  • Pura caccia all’uomo.forse certi ragazzi dovrebbero guardare meno TV,di certo che se mio figlio avesse avuto atteggiamenti come i giocatori della squadra avversaria, io genitore sarei entrato e lo avrei tolto dal campo,come avrebbe dovuto fare il loro mister. Ragazzi di 15 anni cche si sono permessi di rispondere iin malomodo al publico.sarebbe bene a volte giocare partite a porte chiuse,il daspo non solo ai tifosi ma anche a alcuni genitori che riescono solo a fomentare violenza.
    anche io sono stato allenatore e la prima cosa che insegnavo era leducazione e il rispetto.
























Il CalcioMercato di Gs










 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: