Grosseto Calcio Interviste Grosseto Notizie Grosseto Calcio Primo piano

Agovino a Gs: “Non mi sono dimesso, ma…”

Agovino

Grosseto Abbiamo raggiunto telefonicamente mister Massimo Agovino, già sulla via del ritorno verso casa sua per capire lo svolgimento dei fatti odierni. Ecco cosa ci ha dichiarato.

Allora, Massimo, cosa è successo? Perché ti sei dimesso?
<<Ciao, Yuri. Guarda, mi preme subito sottolineare che non è corretto che mi sono dimesso!>>.

Stai scherzando?
<<No, non sto scherzando, ma lasciami spiegare. Diciamo che è successo un qualcosa che mi ha impedito di dirigere l’allenamento e poi mi ha portato a lasciare Grosseto>>.

Puoi essere più preciso?
<<Sì. Ho avuto un vero e proprio attacco d’ansia ed è stato bruttissimo. Una sensazione mai provata prima>>.

Un attacco d’ansia?
<<Esatto. Sarà che sono tornato a Grosseto in questa situazione molto compromessa, in un contesto totalmente cambiato rispetto alla mia prima volta, ma oggi, forse anche per la presenza di tutti quei tifosi, mi sono sentito smarrito. Una sensazione bruttissima, che mi ha impedito di dirigere gli allenamenti. Mi sento ancora male al solo pensiero>>.

Fammi capire: i tifosi ti hanno in qualche modo infastidito o messo pressione?
<<No, assolutamente. Ho parlato con alcuni di loro spiegando anche il mio malessere. Mi hanno compreso e addirittura applaudito. Ripeto, tifosi esemplari>>.

Bene, non ti sei dimesso volontariamente, ma di fatto non sei più sulla panchina biancorossa, visto che se la situazione ti ha scatenato uno stato d’ansia del genere, non penso tu possa aiutare la causa dell’Fc Grosseto, non credi?
<<Sì, esatto e mi dispiace, ma non posso farci niente. Spero solo che il club possa trovare già domani il mio sostituto>>.

mm

Yuri Galgani

Giornalista pubblicista, è appassionato di calcio e statistiche sportive. Vanta esperienze e collaborazioni col Guerin Sportivo (al tempo diretto da Marino Bartoletti), Telemaremma, Tv9, Calciotoscano.it, Biancorossi.it, Vivigrossetosport.it, Tuttob.com e Pianetab.com. Si è occupato principalmente di Serie B e di Lega Pro e dalla passata stagione segue la Serie D. È co-autore del libro Cento passi nella storia, scritto in occasione dei 100 anni dell'Us Grosseto. Da novembre 2014 è il vice-direttore di Grosseto Sport.

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Mi pare che sull’altra testata dica cose completamente diverse.. Tipo che é stato minacciato dai tifosi e quindi per questo si è sentito male. Chi scrive la verità?
    Che situazione….

  • Situazione surreale, drammatica ma non seria. In tutto ciò il Sig. Pincione non ha niente da dire? Le cose che stanno accadendo non lo riguardano?

  • Bhè, non c’è che dire, questo è un uomo con le idee chiare. Veni, vidi, vici…o meglio, fuxi…. Ma via, ora basta!!!!!

  • Insomma, a quanto pare domani quei ragazzi del Grifone scenderanno in campo allo Zecchini semiabbandonato e a cancelli chiusi, senza tifosi, senza allenatore, senza dirigenti, e con un grande gufo appollaiato in cima alla tribuna centrale al posto del presidente Pincione-Sansone. Se vincono sara’ tutto ed esclusivamente merito loro.

    • Guardiamo le cose da un altra angolazione. molti sperano, e forse hanno ragione, che questa società dichiari fallimento. E chi meglio di un mister (Mariani) che viene da una situazione di fallimento societario può “garantire” questa ipotesi? Logicamente la mia è una provocazione però che tristezza. Manca il pubblico, manca l’allenatore, manca la società e soprattutto manca il presidente, perchè a mio modesto parere fino a qualche tempo fà ribatteva anche se dagli states, invece ad oggi cè un totale mutismo. Speriamo bene……….

  • E’ evidente che continuano le pagliacciate,il sig agovino probabilmente arrivato a Grosseto si è reso conto che la promesse fatte a lui e a tutti gli allenatori (spettanze mensili e non cose straordinarie) Non sono state mantenute ,e qui l ‘attacco di panico ..avanti un altro…..

    • Io credo che vivendo a centinaia di km di distanza non avesse la percezione esatta di quale fosse la situazione reale…..ma ora l’ha capita vai….!!!!!!!!!!!

    • Agovino e’ uno dei pochi che è riuscito a vendicarsi di Pincione: secondo me aveva già pianificato tutto….
      X tornare si è fatto pagare tutti gli emolumenti che avanzava, poi si è dimesso ben sapendo che squadra avrebbe trovato….
      Un bel furbone!

      • Mi piacerebbe sapere come fai ad essere così sicuro del fatto che Agovino si sia fatto pagare tutti gli emolumenti che avanzava! 🙂
        A me il mister ha detto cose assai diverse.

  • L’attacco di ansia per queste ca..te… mi viene da ridere, ma ci sarebbe da piangere. Ci sono ben altri seri motivi per avere di questi problemi e non gli auguro quello che ho passato io. Semplicemente non ha visto le condizioni per proseguire e ora invece di dimettersi manda il certificato sperando e prima o poi lo paghino per tutti i mesi di contratto (ottimista eh).

    Riguardo la discesa in campo domenica hanno ragione i giocatori: se non giochi ti squalificano. Ben diverso sarebbe se la proprietà ritirasse ‘ufficialmente’ la squadra dal campionato: non vedo come potrebbero partire squalifiche in questo caso.. sarebbe una follia.

  • Un attacco di ansia mai provato prima? Non mi sono dimesso ma non alleno più il Grosseto ? Ma per favore! Chi crede di prendere in giro ? Oppure ,beato lui , non ha mai avuto preoccupazioni più importanti nelle vita?

    • E se ci fosse una certificazione medica attestante la crisi d’ansia/panico?

      • Yuri la diagnosi oggettiva di ansia si basa su criteri del DSM-IV-TR. Io non ho messo in dubbio il disturbo, ma mi sorprende il fatto che questo si sia verificato in una persona che per lavoro fa l’ allenatore, che dovrebbe essere avvezzo a contestazioni , in condizioni di confronto civile ( come riferito ) e che si è concluso con applausi.




































%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: