Calcio Primo piano Settore Giovanile Grosseto

Inchiesta Gs: viaggio nei settori giovanili e scuole calcio

GROSSETO. Come vi avevamo annunciato nella scorsa settimana inizia il nostro lungo viaggio, lungo una stagione, all’interno delle scuole calcio e dei settori giovanili, per avere una panoramica di tutto ciò che offre la nostra provincia.
Partiamo dalla squadra principale della Maremma, il Grosseto, per poi scendere di categoria in categoria.
Ricordiamo che per i criteri di valutazione verranno presi in considerazione tutte le squadre dagli allievi in giù, in quanto la juniores non viene contemplata come settore giovanile.

INFRASTRUTTURE PUNTI 2 su 5

Le neonata società risente molto della mancanza di infrastrutture adeguate e spesso è costretta ad “emigrare” in impianti della provincia per la mancanza all’interno della città. Questa è una grave carenza in cui la dirigenza biancorossa può fare ben poco.

TECNICI 3 su 5

I tecnici sono preparati e di buona qualità, giovani e adatti ai piccoli. Buono il loro rapporto che hanno instaurato con i loro giocatori, non si registrano grosse lamentele dei genitori e soprattutto nella scuola calcio viene preso in considerazione l’aspetto ludico motorio che quello legato strettamente ai risultati.

KIT ABBIGLIAMENTO 0 su 3

Essendo partita in ritardo la società si sta organizzando per la fornitura di kit tecnico come abbigliamento. Parliamo in questo caso di magliette, tute e quanto altro. A breve arriveranno, ma fino ad adesso non è stato elargito niente.

QUOTA ISCRIZIONE 4 su 7

La cifra non è elevata, anche se dare un giudizio non è molto facile. I tecnici sono bravi e preparati, ma fino a che non sarà distribuito un kit tecnico è difficile esprimere un voto.

GIUDIZIO FINALE 9 su 20

Il giudizio finale al momento è negativo. Il progetto della società di fare un Academy a livello internazionale è molto lontano e far arrivare ragazzi per stage dall’estero ancora pare un miraggio.
Bisognerebbe lavorare sul presente e non sul futuro. La bocciatura non è totale e le scusanti sono molteplici; il fatto di essersi ritrovati con un settore giovanile dove tutte le altre società hanno fatto “razzia” dei giocatori migliori diventa elemento fondamentale.
Il ritardo, per forza di cose, è un altro aspetto di primaria importanza; insomma ci sarebbe tutto il momento per poter recuperare basta immettersi nella retta via.

mm

Fabio Lombardi

Giornalista pubblicista dal 2010, è uno degli editori/fondatori della testata giornalistica on-line Grossetosport, all'interno della quale ricopre il ruolo di direttore responsabile. E' altresì il responsabile dei campionati di Promozione e Seconda Categoria, nonché un esperto di calciomercato.

Commenti

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Andate sul posto ..prendete un pallone fateli palleggiare stoppare e parlare..poi date un giudizio ..il 70 % prenderebbe 0..credo che nella città di Grosseto gli allenatori delle scuole calcio fino alla juniores si contano nelle dita..

  • I tecnici saranno bravi, ma ancora devono dimostrarlo…gli staff non mi sembrano all’altezza, soprattuto nell’agonismo, ma altre due sono le carenze fondamentali: le strutture , chiedete per esempio ai genitori dei giovanissimi se sono contenti di andare a giocare ed allenarsi a sticciano 3/4 volte alla settimana, e la mancanza di un RESPONSABILE TECNICO!!! Probabilmente la società, avendo iniziato con grandissimo ritardo, ha fatto il massimo, ma se veramente si vogliono mettere le basi per il futuro, bisogno iniziare a lavorare “da subito”!

  • Forse anche l’unica società della toscana a non avere neanche un cartellino x i propri tesserati, con ragazzi costretti a saltare partite xché dimenticano i documenti a casa….
    Segreteria voto OVO.

  • Di buono sono stati bravi a chiamare ragazzi di altre società che si allenavano già da un mese …hanno ricreato una piccola casta…di ex calciatori che se li senti parlare sembra che hanno 200 partite in A e vinto un mondiale. .è nn sanno nemmeno da dove iniziare gli allenamenti .
    E intanto si allenano al buoio,senza strutture,senza un domani……..

  • e intanto nel piccoli paesi di Roccatederighi e Ribolla ci sono circa 130 ragazzi che crescono alla grande, grazie a dei ragazzi competenti in materia………e tutti pensano al Grosseto che è una vita che cerca il nulla nel settore giovanile e tutti gli anni gli riesce…..















Loading…















%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: