Connect with us

Calcio

Coppa Passalacqua: l’Atletico Maremma batte l’Invictasauro e vola in semifinale

Atletico Maremma – Invictasauro 2-1 (0-1)
ATLETICO MAREMMA: Villani, Loffredo, Giudici (49′ st Generosi), G. Vettori, Barbini, Chiocca, Scotto (32′ st Sartori), A. Vettori, Stagnaro (39′ st Sarzilla), Di Chiara, Scalabrelli. A disposizione: Scopetoni, Ercolani, Vaselli. Allenatore: Francesco Nieto.
INVICTASAURO: Trinchini, Calussi, Sonnini, Salazar Padovani, Bigliazzi, Tropi, Temperani, Troiano, Francavilla, Cappelli (15′ st Filippi), Scartabelli (24′ st Cecconi). A disposizione: Galeazzi, Piraino, Ercoli, Russo, Caoduro, Fantoni, Berti. Allenatore: Federico Angelini.
ARBITRO: Bargagli (assistenti Bocci e Rullo).
RETI: 24′ Troiano, 7′ st Di Chiara, 12′ st A. Vettori.
NOTE: espulsi Tropi al 43′ st per doppia ammonizione e Francavilla a fine partita per offese al direttore di gara. Ammoniti Giudici, G. Vettori, Di Chiara. Calci d’angolo 2-8. Recupero: 2′ + 5′.

GROSSETO. All’ingresso delle formazioni i protagonisti dell’Atletico Maremma indossavano magliette bianche dove era scritto “Forza ragazzi, siamo tutti con voi”. Parole rivolte ai giovani coinvolti nell’incidente di domenica mattina sulla castiglionese. Quelle dei ragazzi dell’Invictasauro, invece, gridavano le parole “Mattia devi vincere questa partita”. Mattia, in prestito dal Sant’Andrea, ha  giocato due gare del Passalacqua con la loro divisa. Sul terreno di gioco anche tutto il Sant’Andrea, mister Michele Cinelli in testa con in mano una maglietta azzurra numerata con l’undici. “Mattia ha segnato il suo primo gol in Promozione indossando questa maglia – sono le parole di Cinelli – e siamo sicuri che tornerà a indossarla. Forza Mattia, ti siamo tutti vicino. Forza Mattia”. Emozione sui volti, lacrime. Poi lo sport si è ripreso il campo.

Piegando l’Invictasauro (2-1) l’Atletico Maremma entra nelle semifinali del torneo dove, lunedì 20 giugno, incrocerà l’Atletico Piombino. Una gara non facile per nessuno, nervosa, tesa, dal finale burrascoso, tecnicamente arida, agonisticamente complicata al termine della quale l’Atletico Maremma timbra il passaporto per giocare la semifinale. Verdetto meritato conquistato nella seconda frazione giocata con ardore e forte applicazione da tutta la squadra. L’Invictasauro ha sciupato una bella opportunità. Passata in vantaggio dopo  24 minuto di gioco, la formazione di Angelini non è riuscita poi a trovare il raddoppio, lo avrebbe anche meritato, e nella ripresa si è fatta sorprendere dal cambio di ritmo dell’Atletico incassando due reti nel giro di 5′. Nei minuti finali ha reagito con grande determinazione costringendo gli avversari a chiudersi in nella propria area di rigore. L’Atletico Maremma ha retto tenacemente l’urto anche con il necessario pizzico di fortuna che serve in quei frangenti. L’Invictasauro, rimasta in 10 per l’espulsione di Tropi (doppio giallo), ha insistito fino triplice fischio subito dopo il quale Francavilla ha ricevuto il rosso per offese all’arbitro. La cronaca.

È di Di Chiara la prima conclusione su punizione (17′), Trinchini è bravo a deviare in corner. La sfida si stabilizza senza emozioni o spunti rilevanti. Al 24′ Cappelli, su calcio da fermo, mette in mezzo all’area un bel pallone sul quale arriva la testa di Troiano, che deposita la sfera in fondo all’angolino, 0-1. Due minuti dopo Scartabelli si divora il raddoppio sciupando una occasione golosissima. L’Atletico arriva al tiro, largo, al 43′ con Alessandro Vettori.

Ad inizio ripresa si capisce che l’Atletico Maremma ha mutato atteggiamento e velocità proponendosi in avanti. Al 7′ Di Chiara inventa un diagonale potente e preciso che non da scampo a Trinchini, 1-1. Non cala l’intensità dei ragazzi di Nieto. Al 12′ il sorpasso. Fuga sulla destra di Scalabrelli, che salta due avversari e mette al centro un rasoterra su cui arriva, indisturbato, Alessandro Vettori per il tocco finale, 2-1. La reazione dell’Invictasauro si coagula su 4 corner consecutivi (34′) senza esito e una serie di conclusioni sbagliate. Al 40′ un difensore in maglia bianca toglie di testa dalla porta sguarnita un pallone destinato al gol. Praticamente finisce qui. 

      

Advertisement
1 Comment
0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 Comment
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments

io ho visto una grande squadra incompiuta ma una grande squadra l’invicta










Copyright © 2021 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

error: Content is protected !!
1
0
Would love your thoughts, please comment.x