Connect with us

Calcio

Coppa Passalacqua: pari a reti bianche tra Paganico ed Argentario

Paganico – Argentario 0-0

PAGANICO: Nucciotti, Santoni, Capitini, Vittori, Biadi, Reali (17′ st Galloni), Desideri (30′ st D’Anzi), Casini, Scala, Peluso, Peralta (32′ st Vecchioni). A disposizione: Cecchi, Fedeli, Fantacci, Cappelli, Vescovo, Rossi. Allenatore: Marco Biagiotti. 

ARGENTARIO: Schiano, M. Picchianti, Di Somma (30′ st Solimeno), S. Picchianti, Sclano, Lunghi, Bendo, Alocci (37′ st Loffredo), Giovani, Sabatini, Greco (12′ st Cerulli). A disposizione: Rosi, Busonero, Solari, Trillocco, Pallini, Coppola. Allenatore: Giuseppe Caputo.

ARBITRO: Giuliarini (assistenti Muto e Paparozzi).

NOTE: ammoniti Capitini, S. Picchianti, Bendo, Giovani. Calci d’angolo 6-3. Recupero: 1′ + 3′.

GROSSETO. Paganico e Argentario non vanno oltre il risultato a reti bianche. Ed è stato giusto così. Le due formazioni non si sono risparmiate spendendo energie fisiche e mentali, hanno prodotto gioco, provato a scardinare le rispettive difese. I punti dolenti della sfida riguardano soprattutto i reparti avanzati, che non hanno avuto lo spunto giusto, il guizzo risolutore, per andare al tiro, si sono smarriti alla ricerca dell’ultimo passaggio mai disegnato. Sarebbe servito, invece, maggiore scaltrezza nei sedici metri finali.

Resta, comunque, la visione di una partita piacevole, giocata prevalentemente nella zona nevralgica del terreno, fatta di trame mandate a memoria, di corse sulle fasce, di operazioni difensive di buon livello.

La cronaca resta magra come un grissino.

L’inizio è di marca Argentario con il Paganico a indietreggiare e abbozzare qualche scorribanda in avanti. Fino al 30′ non accade nulla di concreto, al 33′ il primo tiro tratteggiato da Biadi in mezza rovesciata, palla alta. Peluso prova il diagonale (37′) traiettoria larga. La replica dell’Argentario passa dalla testa (42′) poi dal piede (45′) di Sabatini, che non inquadrano lo specchio della porta.

Ripresa. Fino al 24′ si assiste a tutta una serie di conclusioni prive di mordente. E’ Vecchioni al 39′ con un colpo di testa a trovare la mira giusta, Schiano risolve senza trepidazioni. Il finale vede il Paganico maggiormente in avanti con l’Argentario costretto a retrocedere. Galloni al 43′ si inventa un magico dribbling tra almeno tre avversari, mette al centro un rasoterra in area dove nessuno è pronto a sfruttare. E’ l’ultimo fotogramma della serata.

Il torneo riapre giovedì 12 maggio con Invictasauro – Grosseto (girone D). 







Copyright © 2021 GrossetoSport Testata giornalistica iscritta al tribunale di Grosseto 8/2011 Direttore responsabile: Fabio Lombardi

error: Content is protected! Contenuto protetto!
0
Would love your thoughts, please comment.x