Altri Sport Vela

Intenso fine settimana di regate nelle acque del Mar Tirreno

Nelle acque argentarine prospicienti il porto di Cala Galera e Porto Ercole, il 18 giugno si svolgerà il “Trofeo Velico delle Professioni”, organizzato dal Circolo Nautico e della Vela Argentario con la collaborazione del Gruppo Sportivo Velisti dell’Argentario, il Marina di Cala Galera, promosso dalla Commissione Open Sport dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma ed il patrocinio dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma. Sono previste un massimo di 3 prove compatibilmente con le condizioni meteo e il Trofeo potrà anche essere disputato con regate eliminatorie e Medal Race finale, nel caso che i Team iscritti siano più di 6. Alle 10,30 si svolgerà il briefing tecnico e il sorteggio delle imbarcazioni, i Comet 21 messi a disposizione del Cnva. Alle 12 verrà data la partenza della prima prova. Gli equipaggi devono essere composti da 4 componenti per barca dei quali tre, incluso il timoniere, dovranno risultare iscritti allo stesso Ordine o Collegio professionale.

Ancora una prestazione superba delle barche e dei velisti del Circolo Nautico e della Vela Argentario. Nella trentasettesima edizione del Campionato Nazionale Open J24 “Avoltore” di Massimo Mariotti ha conquistato un prestigioso terzo posto nella classifica nazionale e quinto assoluto. La manifestazione si è svolta a La Maddalena organizzata dalla locale sezione della Lega Navale Italiana con la partecipazione di oltre trenta equipaggi. Nelle splendide acque dell’arcipelago di La Maddalena il titolo tricolore è stato conquistato da La Superba” della Marina Militare che ha preceduto i galluresi di “Ita 405 Vigne Surrau” e “Avoltore”. L’equipaggio argentarino di Mariotti era composto da Francesco e Fulvio Cruciani, Goffredo Russo e Nicola Elmi. Inoltre, grazi a questo piazzamento, “Avoltore” potrà partecipare al Mondiale J-24 che si svoglerà nel 2018 a Riva del Garda.

Ottimi risultati delle barche dello Yacht Club Punta Ala impegnati nelle acque del Mediterraneo. In particolare, nella seconda edizione della “100DIMONTECRISTO”, regata di altura organizzata dal Circolo Nautico San Vincenzo e dallo Yacht Club Marina di Salivoli, nella categoria Orc vittoria di Scricca il Comet 38S delll’armatore Leonardo Servi mentre “Pendragon” di Nicola Paoleschi, con a bordo Francesco Diddi, è risultata prima in line honors e nella categoria Irc.

Si è conclusa, con la consueta cerimonia di chiusura di fronte all’Isola dello Sparviero illuminata dagli splendidi fuochi d’artificio,  la “151 Miglia”, regata organizzata dallo Yacht Club Punta Ala, dallo Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa e dallo Yacht Club Livorno, con la collaborazione della Marina di Punta Ala e del Porto di Pisa e il patrocinio della Regione Toscana e dei comuni di Pisa, Castiglione della Pescaia e Livorno. Alla manifestazione, riservata agli yacht d’altura e valida come prova del Campionato Italiano Offshore, del Campionato Nazionale Mini 650 e del Trofeo Arcipelago Toscano, hanno partecipat ben 189 imbarcazioni (217 quelle preiscritte). Il premio “Challenger al guidone” è andato allo Yacht Club Punta Ala rappresentato da  “Scricca” di Leonardo Servi, “Cronos 2” di Valerio Battista e “CippaLippa Rossa” di Guido Paolo Gamucci. “Pendragon VI” di Nicola Paoleschi ha invece vinto la 151 Miglia 2017 in tempo reale e “Supernikka”, il Vismara Mills 62 del Presidente dello Ycrmp Roberto Lacorte, ha vinto il “Trofeo Porto Marina di Pisa”. Nella categoria Irc Overall primo “Tevere Remo MoneIle” di Gianrocco Catalano, seguito da “Obsession” di Mario Rossello e “Big Star” di Sandro Musu. Nell’Orc Overall primo “Lisa” di Giovanni Di Vincenzo davanti a “Wb Five” di Gianclaudio Bassetti e “Scricca” di Servi. Nei Mini 650, monotipi di piccole dimensioni, ha vinto “Vi.Pe.R” di Davide Lusso, seguito da “Big Jim” di Diego Paterno Castello di San Giuliano.
Infine, per la prima volta, la 151 Miglia ha avuto tra i partecipanti una donna che ha regatato “quasi” in solitario. Marianna De Micheli, a bordo del suo Comet 910 Plus “Maipenrai”, con a bordo il suo gatto Jingjok, sempre presente nelle sue avventure per mare.

L’equipaggio del Circolo della Vela Talamone formato da Lapo Savorani e Federico Milone è stato selezionato per partecipare al Mondiale della classe Snipe che si svolgerà dal 7 al 14 agosto nelle acque spagnole di La Coruña. Lapo al timone e Federico alla prua, che in questa stagione di ottimi risultati, rappresenteranno Italia e Maremma in questo importantissimo appuntamento velico mondiale, ma soprattutto il loro Circolo che lo scorso hanno ha magistralmente organizzato questa manifestazione. Saranno un centinaio gli equipaggi partecipanti, provenienti dalle acque dei cinque continenti.“Impegno, miglioramento della tecnica, affiatamento e tanta grinta ci hanno portato al risultato”, ha detto Lapo Savorani commentando la notizia dell’ingresso nella rosa dei migliori atleti nazionali che alla competizione. “Con umiltà abbiamo sempre studiato ogni dettaglio, dagli avversari, al campo di regata, al miglioramento dell’assetto della barca- ha aggiunto  Federico Milone – e non abbiamo mai mollato e non lo faremo certamente in Spagna”. Soddisfatto l’Ammiraglio Sergio Biraghi, presidente del Cv Talamone “Siamo fieri ed orgogliosi dei nostri atleti, che sono e possono essere d’esempio per tutti quei giovani che amano la vela”.

Organizzato dal Circolo Vela Talamone e dal Circolo Vela Libera Talamone col patrocinio del Comune di Orbetello, nelle acque del Golfo fra Talamone e Porto Santo Stefano in questo fine settimana si è svolta la undicesima edizione del “Trofeo dei Reali Presidi di Spagna”, riservato alle imbarcazioni d’altura suddivise nelle categorie Irc e Gran Crociera. Nella classe Irc il successo è andato a “Billie’s Bounce” di Enzo Donadio che ha preceduto “Velvet” di Alberto Papi e “Savona”. Nella classe Gran Crociera vittoria di  “Farabutto di Carlo Faravelli davanti a “Don’t Worry” di Mauro Bonfanti e “Corsara I” di Corsi. Nella prima giornata si è regatato da Talamone al Pozzarello con arrivo a Talamone per complessive 15 miglia mentre il giorno dopo si è svolta una regata su boe nel Golfo dell’Argentario per complessive 20 miglia.

Loading...



















Loading…

 










 

 

 

 



















Loading...

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.