Calcio Coppa FantaPassalacqua Coppa Passalacqua Rubriche Settore Giovanile

Coppa Bruno Passalacqua, le pagelle di Fonteblanda – Roselle 1-5: un ispiratissimo Bicocchi trascina i suoi

Fonteblanda:

Arienti 5: non preciso in occasione del primo gol subito che di fatto spiana la strada ai termali. Per il resto è costretto a raccogliere il pallone in fondo al sacco altre 4 volte senza responsabilità facendosi trovare pronto in varie circostanze. Quell’errore a freddo però, pesa eccome.
Pavin 6: ha giocato tutto l’anno in Promozione e si vede. Non molla mai, si destreggia bene con il pallone e offre un’ottima prestazione anche in fase difensiva, peccato che stasera però i suoi compagni non lo aiutino.
Mandragora 5: non ripete la buona prestazione offerta nel primo turno. Laiolo lo mette spesso in difficoltà con la sua rapidità e le continue sovrapposizioni di Martinacci gli complicano ulteriormente la serata.
D’Orso 5,5: nella prima frazione è l’unico a tenere botta contro i centrocampisti avversari. Buona fase anche di palleggio ma anche lui è abbandonato a se stesso (dal 29’st Bruni: SV)
Giomarelli 5: semplicemente messo di fronte ad avversari di un altro livello. Ferrari fa quel che vuole, Laiolo scappa sempre via e Bicocchi gioca una partita di altissima qualità tra le linee. Serata no.
Toninelli 5: i tre davanti del Roselle lo mandano completamente in tilt. Si scontra con il compagno di reparto in occasione del secondo gol permettendo a Ferrari di mettere in ghiaccio la partita. Che non era la sua serata lo si capisce con il tiro sparato alle stelle da pochi metri.
Santini 5: qualche spunto ma niente più. Sulla sua corsia i termali fanno quello che vogliono e lui abbandona spesso Mandragora costringendolo al 2vs1 spesso e volentieri (dal 10’st Ottaviani 6: entra bene in partita con la determinazione giusta. Trova il gol della bandiera sfiorando anche la doppietta su un altro calcio piazzato)
Ricci 5: nervoso. I centrocampisti del Roselle spesso gli nascondono la palla e lui arriva sempre in ritardo sul pallone commettendo spesso fallo. Esce per evitare l’espulsione (dal 27’st Stefanini 6: entra bene in partita aiutando i suoi a trovare il gol della bandiera)
Di Monaco 5: impacciato, spesso ingabbiato bene dai difensori del Roselle viene poco servito dai compagni. Quelle poche volte che lo fanno, perde palla cercando la soluzione spesso più difficile (dal 12’st Ferrini 5,5: non riesce a dare la scossa alla squadra, ingresso così e così)
Gallo 4,5: partita fino al minuto 73 onesta con qualche spunto interessante sulla destra, si fa espellere per una parola di troppo nei confronti dell’arbitro nell’occasione del rigore in favore del Roselle e questo lo porterà a saltare l’ultima gara del girone, fondamentale per il Fonteblanda per passare il turno. Poteva evitare dato che la partita ormai era incalanata su dei binari ben precisi.
Mazzieri 4,5: impalpabile. Tocca pochi palloni sbagliandone altrettanti. Fuori da gioco non aiuta la squadra a salire e respirare (dal 29’st Bruni: Sv)
Allenatore Buratta 5: un risultato pesante in ottica qualificazione. Non riesce a ripetere la buona prestazione della gara d’esordio con i suoi ragazzi che oggi sono stati surclassati in tutte le zone del campo. Resettare e ripartire è l’unica soluzione.

Roselle:
Nunziatini SV:
mai chiamato in causa. Anche stasera prende rete ma di colpe non ne ha.
Cicerchia 6: fase difensiva diligente e attenta. Dalle sue parti non si passa, pecca un po’ in fase di impostazione ma nulla di grave.
Polidori 5,5: avvio in sordina per lui. Spesso richiamato dai compagni si scrolla di dosso l’emozione crescendo solamente nella ripresa (dal 16’st Pastorelli 6: buon ingresso sulla corsia destra. Non soffre anche se rimedia un giallo evitabile a punteggio ormai al sicuro)
Tuoni 6,5: padrone indiscusso del centrocampo. Cerca sempre la giocata più semplice dando respiro alla manovra dei suoi allargando il gioco sulle fasce. Utile anche in fase di interdizione dove con la sua fisicità recupera tantissimi palloni.
Germinario 6,5: muro difensivo. Annulla entrambi gli attaccanti del Fonteblanda concedendosi anche qualche lusso palla al piede.
Majuri 6,5: ottima prova del centrale ex Grosseto. Dalle sue parti non passa neanche una mosca; elegante nelle uscite palla al piede va vicino anche al gol di testa trovando un Arienti pronto a respingere. La sua leadership in mezzo alla difesa permette ai suoi di non correre rischi.
Laiolo 6,5: indemoniato. Quando parte palla al piede diventa frenetico impegnando seriamente la difesa avversaria. Cerca spesso l’assist per i compagni, in alcune circostanze non è preciso ma la sua rapidità e determinazione sono fondamentali per il successo finale. Esce stremato (dal 20’st Romani 6: ottimo impatto sulla gara. Dimostra di avere qualità con qualche spunto interessante sulla destra. Trova la gioia personale siglando il 5-1 finale su suggerimento di Ferrari)
Martinacci 6,5: primo tempo un po’ sottotono il suo, cresce vistosamente nella ripresa dove si conquista prima il rigore per poi realizzarlo portando così a due il bottino di reti in due partite. Determinante (dal 29’st Cappuccini 6: altro ingresso importante dalla panchina per lui. Corre su e giù sulla fascia riconquistando tanti palloni, come quello che porta al quinto gol dei suoi, riserva di lusso)
Ferrari 6,5: mezzo voto in meno perché spesso arriva davanti al portiere e non conclude, ma per il resto, fa letteralmente quello che vuole con la palla tra i piedi: dribbling, tacchi, assist.. tutto. Giocatore di altra categoria.
Bicocchi 7: dopo una prova così così nella gara di esordio oggi sale in cattedra. Sblocca la gara con una perla da punizione; realizza la sua personale doppietta con un sinistro a giro da vedere e rivedere regalando nel mezzo alle due reti sprazzi di gran calcio (dal 34’st Lorini: Sv)
Facondini 6,5: altra ottima prova in mezzo al campo. Non butta mai il pallone cercando sempre la giocata più semplice ma allo stesso tempo più efficace. Ottima anche la fase di interdizione (dal 39’st Lanzini: Sv)
Allenatore Giallini 6,5: chiamato a sostituire l’infortunato Consonni guida bene la sua squadra capace di sbloccare subito la gara. Invita sempre i suoi giocatori a giocare la palla e alla fine dei 90 minuti il Roselle esce meritatamente dal campo vittorioso. 

Loading...



















Loading…

 










 

 

 

 



















Loading...

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.