Calcio Coppa Passalacqua Juniores Settore Giovanile

Coppa Bruno Passalacqua, girone A: Invicta ed Argentario non trovano la vittoria

S.S.D. ARGENTARIO

Coppa Bruno Passalacqua, girone A:

Invicta – Argentario: 1-1 (43’pt rig Vongher; 10’st Vergni)

INVICTA 4-3-1-2: Alessandroni, Picci (dal 20’st Battisti), Marino, Bruni , Capitani, Balbo (dal 27’st Zelada), Parrucci (dal 13’st Santiloni), Russo, Nigido, Vergni, Bocchi A disposizione: Sabatini, Zelada, Battisti, Mariotti, Maida, Manno, Argirò, Santiloni, Massetti All: Giagnoni.

ARGENTARIO 4-4-2: Terni, Rosi (dal 31’st Orsini), Szuba (dal 21’st Dosreisouza), Terramoccia, Pucci, Cobianu, Bitu, Doganieri, Vongher (dal 45’pt Caputo), Sabatini, Scotto A disposizione: Dosreisouza, Nieto, Tantulli, Pieroni, Orsini, Caputo All: Gabrielli.

 

Ammoniti: Scotto, Terni, Rosi, Pucci, Cobianu, Russo.
Espulsi: d
opo il triplice fischio espulso Alessandroni.
Angoli: 5-2
Recupero: 2′ nel primo tempo e 4′ nel secondo.   


Grosseto Ultimo atto del secondo turno per il girone A con le ultime due formazioni, Invicta ed Argentario, che sono scese in campo sul terreno di via Australia con l’intento di conquistare la vittoria per appaiarsi al primo posto con l’Albinia a quota 4 punti e ipotecare il passaggio del turno. Parte meglio la formazione campionessa del campionato Juniores provinciali di Grosseto con una punizione interessante guadagnata al limite dell’area per un fallo di mano di un difensore, ma Nigido sbatte sulla barriera. Due minuti più tardi ci prova Vergni, sempre da calcio piazzato, ma il numero 10 non inquadra lo specchio. La fase centrale è più di studio che di spettacolo, con le due formazioni che si annullano a vicenda senza creare grandi occasioni. Al 24′ la palla del possibile vantaggio si presenta sui piedi di Russo, che dal limite chiama Terni ad un intervento all’angolino costringendolo a mettere in angolo. La risposta dell’Argentario è affidata ad una punizione dai 25 metri di Doganieri, con il numero 8 che calcia forte in porta, ma centralmente, trovando la pronta risposta con i pugni di Alessandroni. Intorno alla mezz’ora arriva la più nitida delle occasioni: corner di Russo dalla destra con Nigido che da due passi incorna spedendo il pallone clamorosamente alto sopra la traversa, fallendo così il possibile vantaggio. La partita sembra filare via senza più emozioni, ma nel finale di tempo succede di tutto: al 43′ arriva il vantaggio degli azzurri su calcio di rigore propiziato da un fallo di mano di Capitani e realizzato da capitan Vongher, costretto poi ad abbandonare il terreno di gioco per infortunio (da valutare le condizioni soprattutto per i fantallenatori). La prima frazione sembra concludersi sull’1-0, ma nel secondo minuto di recupero arriva l’occasione del pari per l’Invicta: dopo una bella combinazione tra Vergni e Russo, quest’ultimo entra in area e manda letteralmente al bar Scotto il quale lo stende, rigore solare con Nigido che però dal dischetto si fa ipnotizzare da Terni fallendo così la possibilità di chiudere il primo tempo sull’1-1. La seconda frazione è tutta un’altra storia con l’Invicta che preme subito sull’acceleratore e sfiora il pareggio al secondo minuto: cross dalla sinistra, Nigido da due passi incorna di testa tirando addosso a Terni, la palla arriva a Parrucci che a porta quasi sguarnita calcia a lato col destro. Molto meglio l’Invicta in avvio entrata in campo con tutta un’altra mentalità e al minuto 6 avrebbe l’occasione di pareggiare con Vergni che dopo un’azione stupenda di Russo sulla sinistra, calcia alto il buon suggerimento del compagno vanificando tutto. Due minuti più tardi l’Invicta beneficia di un altro calcio di rigore: Terni combina la frittata con i piedi in disimpegno con la palla che rotola verso la linea di porta, Nigido si avventa sulla sfera e nel tentativo di recuperare Terni stende il numero 9, l’arbitro Gentili indica nuovamente il dischetto, questa volta sul punto di battuta si presenta Vergni che calcia col destro, Terni respinge nuovamente ma sulla respinta Vergni è fortunato e ribadisce in rete. 1-1 e tutto nuovamente in equilibrio. Al 24′ Alessandroni è chiamato alla respinta dopo una bella iniziativa di Sabatini con il numero 1 rossoblù che allunga in angolo il tiro indirizzato all’angolino. Nella fase finale del match le due squadre si allungano molto con entrambi le formazioni che spingono per vincere la partita. Sembra crederci di più l’Invicta trascinata da uno stratosferico Russo che al 40′ dopo un’azione insistita sulla sinistra serve a Nigido un ottimo pallone al limite, ma il numero 9 calcia al lato, nuovamente. Niente più da sottolineare nel finale con le due formazioni che raccolgono un altro 1-1 dopo quello maturato nel primo incontro; restano accese le speranze anche per il Marina che dunque, si giocherà tutto nell’ultimo turno confermando un girone molto equilibrato. Dopo il triplice fischio dell’arbitro si scatena un accenno di rissa con il signor Gentili che sventola prima due gialli a due giocatori e poi un rosso al portiere Alessandroni. 

 

Loading...








Loading...

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.