Calcio Coppa Passalacqua Settore Giovanile

Coppa Bruno Passalacqua, girone A: l’Albinia balza al comando con merito

U.S.D. ALBINIA

Coppa Bruno Passalacqua, girone A:

Marina – Albinia: 0-3 (3′ pt Sorrentino; 28′ pt rig e 12′ st Marchi)

Marina 4-2-4: Minucci, Tronchi, Ortis (dal 23’st Kellner), Ceesay, La Spina, Bufi (C), Cungi (dal 12’st De Fazio), Bindi, Ferrini, Simoni, Catella. A disposizione: Balbo, Cardone, Filippini, Vitali, Kellner, Pagliai, De Fazio, Vitale, Kasa. All: Silvestro.

Albinia 4-2-3-1: Marchi Emiliano, Melfi, Naitana, Niccolaini (dal 41’st Giudici), Sbrilli (dal 40’st Gagliardi), Bigliazzi (dal 43’st Greco), Sorrentino (dal 21’st Piersanti), Giacalone, Antongini, Marchi Nicola (C), Fastelli. A disposizione: Beligni, Gagliardi, Moschetto, Giudici, Greco, Piersanti. All: Carotti.

Note: Ammoniti: Ortis, Bindi, Simoni, Catella, Fastelli, Gagliardi Recupero: 1°tempo: 0 minuti 2°tempo: 4 minuti
Angoli: 5-2

Grosseto:Torna in campo il girone A del torneo dove tutte e quattro le formazioni hanno conquistato 1 punto nel precedente turno. Marina ed Albinia si affrontano sul terreno di via Australia con un solo obiettivo in testa: la vittoria. Parte molto meglio l’Albinia che trova il vantaggio alla prima occasione creata: rimessa laterale in zona offensiva con il pallone che arriva a Naitana il quale fa partire un spiovente sul secondo palo raccolto e controllato da Sorrentino il quale fredda Minucci con il sinistro. Rossoblù che vanno subito vicino al raddoppio al minuto 6 quando capitan Marchi, direttamente da punizione dai 20 metri, Minucci tocca e devia sulla traversa, sulla respinta Sbrilli prova ad insaccare di testa ma il tuo tentativo viene allontanato sulla linea da un difensore. Marina subito colpito e messo alle corde da un’Albinia molto concentrata e determinata nel conquistare subito la testa della gara. I rossoblù gestiscono bene il pallone con Antongini e Niccolaini in mezzo al campo mentre il Marina si affida spesso ai lanci lunghi imprecisi che non permettono a Ferrini e Bindi di creare occasioni. Al minuto 28 arriva il raddoppio dell’Albinia: Antongini viene steso sulla linea sinistra dell’area di rigore, il signor Argenti indica il dischetto e Marchi spiazza il portiere portando la sua squadra a due lunghezze di vantaggio sugli avversari. La prima frazione si chiude senza tante altre emozioni con l’Albinia che è stata letteralmente padrone del campo sin dai primi minuti. Nella seconda parte di gara parte forte il Marina che va vicino al gol con un tentativo dai 35 metri di Ferrini che però non inquadrala porta dopo soli 20 secondi. Provano a riaprire la partita i gialloneri ma l’Albinia tiene bene il campo e trova il tris alla prima occasione: punizione scodellata dentro l’area da Niccolaini con Marchi che controlla e calcia con il destro bucando per la terza volta un incolpevole Minucci. La partita è definitivamente chiusa con il Marina che prova a cercare il gol della bandiera con diversi tentativi di Ferrini e qualche mischia in area di rigore nata da calci piazzati ma Marchi Emiliano, non viene mai chiamato in causa anche se fa correre dei brividi ai compagni per qualche incertezza.

Pochi se non nessun pericolo portato nei pressi dell’estremo difensore rossoblù con l’Albinia che sfiora in più circostanze il poker come al minuto 38 quando dopo un bel giro palla Niccolaini calcia col destro impegnando severamente Minucci, costretto ad allungare in angolo. La partita va piano a piano sfumando senza più emozioni con l’Albinia in pieno controllo della gara e il Marina demoralizzato e senza idee. Finisce 3-0 in favore dei rossoblù con la formazione allenata da mister Carotti che vola al comando del girone con 4 punti mentre il Marina rimane ferma ad 1 punto con un occhio sulla partita di domani tra le restanti due compagini del girone A.





Loading...








Loading...

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.