Calcio Prima Categoria

L’analisi della domenica di Prima Categoria: Montalcino con l’Aurora, Paganico e Neania giù

Lo stemma della Castiglionese

IL MONTALCINO SFIDERA’ L’AURORA PITIGLIANO Sarà il Montalcino a sfidare l’Aurora Poitigliano nella finale playoff: i ragazzi di Bonifacio si sono imposti per 1 a 0 nei tempi supplementari sul Gracciano, acquisendo il diritto di partecipare all’atto finale della postseason. Una gara bloccata per larga parte del match, con il gol di Pianigiani che è arrivata al 118′, con la squadra di Scarpellini tutta protesa in avanti alla ricerca del gol qualificazione. Un avversario tosto per i gialloblù di Galli, forse la squadra che meglio si è espressa nell’ultimo spicchio di stagione: un impegno da prendere con il massimo della concentrazione.

NEANIA E PAGANICO GIU’ In chiave salvezza è andata nel peggiore dei modi per le squadre della nostra provincia, con Casteldelpiano e Paganico costrette a ripartire dalla Seconda Categoria. Un epilogo comune per due realtà molto diverse, con i giallorossi che chiudono così nel peggiore dei modi un 2017 davvero nero. La Neania, dopo aver sfiorato la finale playoff la scorsa stagione, era ripartita con il piglio giusto, stazionando nella parte alta della classifica per tutto il girone di andata. Poi è iniziato il crollo, coinciso e in parte dipendente dal calciomercato invernale che ha come depotenziato e svuotato una squadra che poi non ha saputo reagire quando si è trovata coinvolta nella lotta salvezza. Ma si sa come sia difficile calarsi in una dimensione molto diversa da quella per cui la squadra era stata costruita. Il Pianella, invece, tornando proprio al mercato, ha trovato in Spada, arrivato a dicembre dal Quercegrossa, l’anima su cui fondare la risalita verso la salvezza per una squadra che per lungo tempo era sembrata spacciata. Discorso diverso per il Paganico, neopromossa con tanta voglia ma ben consapevole di dover trascorrere un anno alla ricerca della permanenza in categoria. Un inizio positivo, poi un lungo passaggio a vuoto e una ripresa a metà del girone di ritorno che sembrava di buon auspicio. Gli infortuni e un pizzico di inesperienza hanno però dato la mazzata finale ai bianconeri, come testimoniato nello scontro playout contro la Castiglionese. I rossoblù, invece, hanno ormai abituato a salvezze pazzesche dopo annate veramente difficili: nonostante penalizzazioni e problemi societari la squadra e la piazza castiglionese non hanno mai smesso di lottare centrando nelle ultime due stagioni due risultati davvero di spessore. Vero è che sarebbe lecito attendersi forse qualcosa di più a livello di ambizioni iniziali, ma portare in porto la nave dopo una stagione come quella appena passata è impresa da rimarcare.

Loading...

Davide Sbrolli

Pubblicista, responsabile della prima categoria. Lavora anche per il Corriere di Maremma.

1 Comment

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Montalcino – Gracciano 1-0: È FINALE PLAYOFF

    Il meteo ballerino degli ultimi giorni minaccia pioggia anche per il pomeriggio di oggi, ma una brezza fresca porta via le nuvole e lascia giocare la partita odierna sotto un candido sole primaverile di tardo pomeriggio.
    In palio la finale playoff, con il Pitigliano in attesa di sapere quale sarà il suo avversario.
    Montalcino ospita il Gracciano, di cui ha ultimato la rincorsa con sorpasso in extremis proprio nell’ultima giornata, con a disposizione 2 risultati su 3. Gli ospiti hanno solo la vittoria come risultato utile e partono forte, chiamando Caporali dopo pochi secondi di gioco ad una splendida parata sotto la traversa. Il Capitano BiancoVerde si ripete poco dopo su un’incursione centrale e poi ancora su un colpo di testa ravvicinato. Dopo i primi minuti di sofferenza, esce il Montalcino, che si rende pericoloso dalle parti del portiere ospite che compie due interventi decisivi e un paio di uscite ottime, prima di deviare miracolosamente sulla traversa su un colpo di testa da pochi metri in seguito ad un calcio piazzato. Un primo tempo piacevole e pieno di occasioni ma privo di reti, così come lo sarà anche il secondo, che però scorre via senza occasioni rilevanti da una parte e dall’altra. Particolare invece non di poco conto, è la situazione numerica in campo: a inizio secondo tempo Gracciano rimane presto in 10 per un’espulsione diretta su un brutto fallo vicino alla linea laterale e poco dopo la mezz’ora perde il centrale di centrocampo per somma di ammonizioni. Nonostante la doppia superiorità numerica, Gracciano non soccombe, anzi Montalcino sembra spegnersi. Si va così ai supplementari, e mentre tutti attendono che i padroni di casa chiudano i giochi, ecco che il primo tempo se ne va senza sussulti, e nel secondo è prima la traversa a salvare i BiancoVerdi su una conclusione a colpo sicuro a tu per tu con Caporali, e dopo è lo stesso portiere del Montalcino a dover compiere un altro intervento fenomenale per disinnescare un colpo di testa da calcio d’angolo che strozza in gola la possibile gioia degli ospiti. Sul finire del secondo supplementare l’ultimo colpo di scena, con la terza espulsione ai danni di un Gracciano mai domo per fallo da ultimo uomo. Dalla punizione stessa, un ottimo passaggio smarcante libera il subentrato Pianigiani a tu per tu con il portiere che questa volta non può nulla. E’ il gol liberazione, è il gol vittoria, è il gol che sancisce l’1-0 finale e spalanca le porte della finale con l’Aurora Pitigliano ai ragazzi di Bonifacio.
    Scatta la festa anche sugli spalti oggi gremiti come nelle occasioni migliori, con un tifo caldo che mai ha abbandonato i ragazzi in campo. Un Grazie va a tutti Voi, tifosi BiancoVerdi. Grande merito anche ad una squadra, il Gracciano, di alto spessore, che non ha mollato un secondo e che ci ha creduto in ogni istante nonostante le circostanze non gli siano state favorevoli.
    Adesso l’appuntamento si sposta a Domenica prossima, l’ennesima di una stagione in crescendo, che ci vedrà ancora protagonisti, stavolta in campo neutro da stabilire, contrapposti alla compagine dell’Aurora Pitigliano, che ha conteso tutta la stagione il primo posto alla vincente San Quirico; stavolta, ad avere a disposizione 2 risultati su 3 saranno loro. Se vogliamo continuare a sognare, i limiti non possono più esistere.

    Per cui, di nuovo tutti convocati, dentro e fuori.

    Forza Montalcino, forza BiancoVerdi!








Loading...

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.