Calcio Coppa Passalacqua Juniores Settore Giovanile

Coppa Bruno Passalacqua, girone D: il Manciano si prende la testa del girone

Coppa Bruno Passalacqua, girone D:

Alberese – Manciano: 0-1 (16’st Ceccarelli)

Alberese, 4-3-3: Amerighi, Bargagli, Peccarini, Biagiotti (dal 41’st Simi), Comandi (dal 43’st Volpe), Fuschi, Bellini (dal 19’st Franci), Moraru (dal 24’st Cristinzio), Cervetti, Francalanci (C) (dal 31’st D’Aniello), Patanè. A disposizione: Mazzuoli, Simi, D’Aniello, Franci, Cristinzio, Volpe. All: Benetello.

Manciano, 3-5-2: Paniccia, Rosati, Ceccarelli, Catrin, Gallitano (C), Fantoni, Lusini (dal 45’st Marconi), Savelli (dal 35’st Cianci), Vestri, Fatarella, Simonini. A disposizione: Tognoni, Salernitano, Celestini, Marconi, Cianci. All: Celestini.

Note: 1° tempo: 1 minuto  2° tempo: 5 minuti  Ammoniti: Catrin, Gallitano, Fatarella
Angoli: 5-2




Grosseto:

Si è concluso il primo turno dei gironi con l’ultimo dei quattro, il girone D, che vedeva scendere in campo Alberese e Manciano, due formazioni reduci da un campionato non esaltante, ma in fin dei conti buono. Partita molto tirata quella vista stasera sul campo di via Australia dove la formazione in completo rosso, ha saputo chiudere bene gli spazi e colpire in una delle poche occasioni costruite durante tutto il corso della gara. Nella prima frazione la prima palla gol è sui piedi di Patanè, il numero 11 bianconero prende la mira dai 25 metri chiamando alla parata in tuffo Paniccia (ottima la sua prova questa sera). I minuti scorrono con le due formazioni che giocano poco a calcio, se non qualche tentativo di manovra impostato dal Manciano con il suo numero 10 Fatarella, autentico padrone della metà campo. Al minuto 35 per poco l’Alberese non si fa male da solo quando su un cross all’apparenza innocuo di Simonini, Comandi cerca di allontanare colpendo male la palla che va alta di poco sopra la traversa facendo correre un brivido ad Amerighi e tutti i suoi compagni. La prima parte di gara si chiude dunque con lo stesso punteggio con cui era iniziata, senza sussulti né azioni da segnalare. La seconda frazione sembra essere di stampo diverso con l’Alberese che, scrollatosi di dosso la paura e l’emozione, comincia ad attaccare con più insistenza chiamando spesso e volentieri Paniccia al super intervento. Al minuto 8 arriva la prima conclusione con Cervetti, in uno dei suoi pochissimi spunti della partita, rientra sul mancino e spara con Paniccia che vola e leva il pallone indirizzato al sette. Due minuti più tardi ci prova direttamente da punizione Francalanci che con il destro gira il pallone sopra la barriera trovando però l’estremo difensore biancorosso che si oppone in tuffo. Buonissimo inizio di ripresa dell’Alberese che però subisce la doccia fredda pochi minuti più tardi: da uno scambio nato da azione d’angolo, Fantoni entra in area dribblando un paio di difensori, il numero 6 scarica all’indietro per l’accorrente Ceccarelli che di prima gira in porta trovando il vantaggio, un po’ a sorpresa, per i suoi. Manciano cinico e spietato che trova il gol alla prima occasione e sulla prima disattenzione difensiva dei bianconeri. Prova a reagire l’Alberese facendolo però più con l’orgoglio che con idee ragionate e spesso i palloni vengono scaraventati in avanti senza troppa convinzione. Mister Benetello le prova tutte e inserisce tutti gli elementi della panchina chiudendo la gara con 4 attaccanti in campo creando però poche occasioni. La più grande di tutte se la guadagna Cervetti al secondo minuto di recupero con una punizione dentro la lunetta dell’area di rigore, il numero 9 però calcia male centrando in pieno la barriera. Termina 1-0 in favore dei biancorossi con l’Alberese che è stata punita alla prima occasione dimostrando però una capacità di reazione importante.

Loading...








Loading...

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.