Calcio Prima Categoria

Il punto dopo la 28° giornata in Prima Categoria

Nella foto il Castell'Azzara

MONTEROTONDO, PRIMA CHANCE SPRECATA, PER L’AURORA ORA E’ DURISSIMA Domenica negativa per le due squadre grossetane in lotta per la vittoria del campionato. Il Monterotondo viene messo ko in casa dalla Casolese, ma tante sono le recriminazioni dei rossoverdi che si sono visti annullare un gol sul risultato di 2 a 1 a loro favore. Uno stop che non pregiudica niente, con la settimana di sosta per le festività pasquali che servirà per ricaricare le pile e prepararsi al meglio per il rush finale: sono sempre quattro i punti di vantaggio da gestire da parte della truppa di Ballerini. Per l’Aurora ora invece il cammino verso il primo posto si fa molto arduo: il pareggio di Scarlino, unito alla vittoria del San Quirico con l’Alberese, porta a tre i punti di svantaggio dai senesi e i gialloblù devono ora sperare in un exploit del Quercegrossa tra due settimana per riaprire tutti i discorsi. Ma uno sguardo va dato anche alle spalle: il secondo posto è si quasi matematicamente certo, ma la forbice con la quint’ultima è sceso a dodici punti, con il rischio (eventuale) di dover disputare anche la semifinale playoff. L’obiettivo per i gialloblù è quindi quello di cogliere sei punti nelle ultime due partite, sperando in buone notizie dagli altri campi.

LA SITUAZIONE IN CHIAVE PLAYOFF/PLAYOUT Un dato che va analizzato in questa stagione. Dopo la prima parte di annata dove le squadre grossetane si erano comportate in maniera egregia, ora, nelle prime sei posizioni, ci sono ben cinque squadre senesi. Merito della risalita di Montalcino e Mazzola Valdarbia e della caduta di Argentario e, soprattutto, Neania, ma quindi, tolta l’Aurora che ha comunque stazionato sempre nelle prime tre posizioni, i discorsi sugli spareggi promozione riguardano quasi esclusivamente formazioni non grossetane. Più variegato il discorso in chiave salvezza dove, a meno di rovesci imponderabili, Scarlino e Alberese sono quasi in salvo, mentre è matematica la permanenza in categoria di Argentario e Castell’Azzara, uscite vincitrici negli ultimi impegni. I santostefanesi hanno trovato nele ultime settimane la forza di rialzarsi dopo un periodo difficile e la vittoria sul Ponte d’Arbia ha dato una grossa mano a tutte le concorrenti per la salvezza, Neania Casteldelpiano compresa. I giallorossi, pur avendo incassato il ko di Castiglione, al momento sarebbero comunque salvi, ma ora c’è bisogno di incassare punti perchè sperare nelle sconfitte degli altri potrebbe non bastare più. La Castiglionese si riprende la posizione sul Paganico in ottica playout, cullando ancora una remota speranza di passare i giallorossi amiatini. Quindici giorni di stop prima delle ultime due sfide: la matassa in fondo alla classifica non può dirsi ancora dipanata.

Loading...








Loading...

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.