Calcio

Sponsorizzazioni: il calcio italiano indietro rispetto a quello europeo

Foto IPP/Simone Ferraro Udine 06/07/2016 Calcio Udinese Serie A allenamento per la stagione 2016-2017 Nella foto il nuovo pallone per il campionato 2016/2017. Italy Photo Press - World Copyright Photo IPP / Simone Ferraro Udine 06/07/2016 Udinese Calcio Serie A training for the 2016-2017 season In the picture Italy Photo Press - World Copyright

Grosseto. Sono tempi sempre più duri per le pubblicità e le sponsorizzazioni nel calcio provinciale. La crisi economica globale che attanaglia di conseguenza anche il nostra paese è ricaduta anche inevitabilmente nel mondo dello sport con le aziende che hanno ridotto notevolmente i budget da destinare alle attività di marketing.

Conseguentemente nel mondo dei dilettanti la cosa ha colpito duramente le società e se facciamo una breve analisi, escludendo l’Fc Grosseto, che fin dal primo anno di sponsor locali ne ha sempre avuti pochissimi e scendendo nelle categorie inferiori, anche gli altri sodalizi non stanno certamente bene.

Un solco che quindi è stato scavato non soltanto tra i professionisti di Serie B e Lega Pro con il mondo dei dilettanti, ma in particolare tra la Serie A e tutto il resto del calcio.

Stando alle ultime indagini di mercato riportate dai giornali, viene testimoniata l’importanza dello sponsor sulle maglie in Serie A, dove Milan e Juventus la fanno da padrona con ben 17 milioni annui.
Ma la vera sorpresa arriva dal Sassuolo; con il marchio Mapei di patron Squinzi, con i neroverdi che incassano ben 22 milioni di euro attestandosi quindi al primo posto.

Dati importanti che sono comunque inferiori al calcio inglese che viaggiano su numeri completamente diversi, basta pensare che il Manchester United ha un contratto di ben 60 milioni annui, il Chelsea di 55, Arsenal 38.
Questi sono i dati di un inchiesta del 2015 e gli introiti nella Premier League sono in aumento, grazie agli stadi di proprietà e alla diversificazioni delle entrate nei club.

Anche oltremanica ci sono poi casi particolari come nel nostro paese. Uno di questi è quello che accumuna il main sponsor di due squadre, cosa che in Italia non si sta verificando.
Stiamo parlando del Crystal Palace e del Bournemouth che ha in Mansion, proprietario di casino.com , il main sponsor sulle proprie maglie. Proprio le due squadre hanno deciso di affidarsi quindi al noto sito di scommesse e questo in Inghilterra non ha creato nessun tipo di problema, ma è doveroso evidenziare la differenza cultura calcistica.

 

Loading...
mm

Fabio Lombardi

Giornalista pubblicista dal 2010, è uno degli editori/fondatori della testata giornalistica on-line Grossetosport, all'interno della quale ricopre il ruolo di direttore responsabile. E' altresì il responsabile dei campionati di Promozione e Seconda Categoria, nonché un esperto di calciomercato.

Aggiungi commento

Clicca qui per commentare

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *








Loading...

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.