Grosseto Calcio Notizie Grosseto Calcio Primo piano

Sentenza CAE, il Grosseto ricorre in appello

Massimiliano Pincione, presidente Grosseto Fc

Grosseto. In merito alle sentenze della CAE che aveva dato ragione all’azione promossa da cinque ex giocatori biancorossi (Di Giorgio, Ciolli, Di Gennaro, Maciucca e Schettino ndr) la società tramite il proprio sito ufficiale ha comunicato di aver proposto appello al Tribunale delle vertenze economiche.

Ecco il comunicato:

“Con riferimento al comunicato in oggetto, relativamente al ricorso dei calciatori Di Giorgio, Schettino, Di Gennaro, Maciucca, Ciolli,la Fc Grosseto rende noto di aver proposto appello ed attende la decisione del Tribunale Vertenze Economiche.
Fc Grosseto”

Redazione

Commenti

Clicca qui per commentare

Your email address will not be published. Required fields are marked *

    • Ti e’ mai capitato a te, “Maremmano di ferro”, di lottare per la sopravvivenza? Probabilmente e’ questo che sta tentando di fare Mr. Pincione.

  • La Pincione Groups continua a fare i ricorsi…
    Questa è un’agonia come un malato terminale: si sa che deve morire ma non sappiamo quando!
    #pincionevattene

  • I grandi misteri dell’umanità :
    1) l’anima sopravvive alla morte?
    2) c’è vita nell’Universo?
    3) esiste Dio?
    4) quale scopo ha Pincione?

    • Forse valorizzare piu’ che puo’ i giocatori locali, poi rivenderli al miglior offerente e pagarci le penali piu’ urgenti. Mica fesso pero’. Altro che Crozza-Zichichi e i misteri dell’Universo!

      • C’è un atto di pignoramento dei cartellini depositato dai legali di Mirri in Figc, quindi…
        Errare è umano, ma perseverare è diabolico!

  • Quale risposta dà il Comune? Fa un comunicato per elogiare il Roselle che, pur avendo perso la finale di….Champion’s (!) sta andando alla grande… Mi pare che sia tutto già chiaro, o no ?
    E Pincione che può fare? Si difende.
    FORZA GRIFONE, solo GROSSETO

  • Per la penalizzazione mi riferivo ai primi casi già discussi e per i quali, come per i presenti, è stato e sarà irrilevante l’atto di appello. Comunque vada, caro Attilio, non è la sopravvivenza in ballo, bensì il decoro di una comunità. Tuttavia la valorizzazione dei giovani trapassa nell’irresponsabilità: se per un caso posso essere d’accordo, esporre al ludibrio giovani in crescita, ma inadeguati al torneo interregionale, è un rischio incauto e penalizzante le stesse aspettative di chi, giustamente galvanizzato dalla maglia, rischia in proprio per finalità altrui, difficilmente perseguibili. Del resto ognuno rimane del proprio parere, ma certe scelte, certi atteggiamenti, certi comportamenti lasciano e sono senza risposta.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.