Calcio Seconda Categoria

Orbetello: tutti i retroscena sulla scelta di Alfredo Carotti

staff tecnico u.s. Orbetello. Diego Di Chiara, Michele Vitale e Pietro Somma
staff tecnico u.s. Orbetello. Diego Di Chiara, Michele Vitale e Pietro Somma

Orbetello. Anche in questa occasione il presidente dell’Orbetello Palmiro Bosi ha spiazzato tutti. Dapprima con l’esonero di Diego Di Chiara apparso a molti troppo frettoloso, poi sulla scelta del nuovo allenatore che è ricaduta su Alfredo Carotti, il Mister “istituzionale” dell’Orbetello, colui che della formazione lagunare conosce vita, morte e miracoli e che da oggi può anche essere definito l’allenatore buono per ogni stagione.

L’ermetico silenzio imposto dal presidente per tre giorni in cui la squadra ha anche svolto una seduta di allenamento autogestendosi ha prodotto l’effetto di alimentare le voci più disparate. Come ha riportato Grossetosport il nome più gettonato era quello di Antonio Larini che dell’Orbetello conosce praticamente tutto e che nell’ultima esperienza da allenatore in riva alla laguna aveva lasciato un ottimo ricordo sebbene il commiato non sia stato salutato da baci e abbracci con il presidente Palmiro Bosi.

Altri nomi che circolavano con più o meno insistenza erano quelli di Luciano Tommasi, Fabrizio Benemei, Fabio Schiano e Giovanni Covitto ma nessuno di questi è realmente mai decollato. Si è pure fatto il nome di Michele Vitale, il tecnico della squadra allievi che sarebbe stato un’ottima risorsa qualora la società avesse deciso di andare nella direzione di una soluzione interna e quindi di non forzare per un cambio troppo traumatico. Forse il vero antagonista di Carotti per arrivare sulla panchina dell’Orbetello è stato Riccardo Berni che sembra fosse molto gradito ai giocatori. Il presidente Palmiro Bosi però anche questa volta non si è lasciato incantare dai rumors e dalle sirene più o meno forti, non nascondendo la stima che nutre da sempre nei confronti di Alfredo Carotti e crediamo che abbia deciso affidandosi all’istinto.

Adesso la palla passa in mano al nuovo tecnico che ha la fama di duro e che negli anni si è guadagnato anche la fama di non guardare in faccia a nessuno. Vedremo se alcuni anni di stop hanno mantenuto intatte tali caratteristiche di Alfredo Carotti che, complice la sconfitta a tavolino decretata dal giudice sportivo, si ritrova in un solo colpo quinto in classifica con sei lunghezze da recuperare nei confronti della capolista Torrenieri. Ciò significa che oltre al contraccolpo psicologico l’Orbetello si trova già nella condizione di non poter più sbagliare. Non è cosa di poco conto considerando che domenica al Vezzosi arriva la Marsiliana, squadra ostica e scorbutica che macina un buon calcio ed è imbottita di ex desiderosi di fare bella figura in uno stadio come il Vezzosi che per ogni orbetellano rappresenta il tempio ideale dove esibirsi calcisticamente. Insomma, già al primo appello Alfredo Carotti dovrà evitare di steccare, la situazione non è semplice ed è sufficientemente delicata ma è anche vero che Mister Carotti ha vissuto situazioni peggiori. Buon lavoro Mister, se riuscirai nell’impresa di vincere il campionato quest’anno un posto nella storia calcistica di Orbetello non te lo toglie nessuno…

Schermata 2015-10-15 alle 21.18.24
mm

Paolo Mastracca

Giornalista storico del calcio dilettantistico provinciale, conduce su Tv9 "I dilettanti del Martedì".

Commenti

Clicca qui per commentare

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.